Tessuti di periferia: il laboratorio di sartoria che va oltre le barriere

A Prato è nata una vera e propria micro-impresa che ha visto coinvolte una ventina di donne italiane e straniere

Arriva mercoledì 5 luglio la festa del progetto “Tessuti di Periferia”, nel quartiere di San Paolo a Prato, all’interno della manifestazione 'Assaggi d’Estate'.  “Tessuti di periferia” ha coinvolto nell’ultimo anno una ventina di donne, italiane e straniere, che hanno imparato l’arte della sartoria e delle confezioni e che si avviano ora a mettere a frutto il loro nuovo mestiere. Il progetto è stato portato avanti dalla cooperativa Convoi, aderente al Consorzio Co&So, è stato promosso dal Comune di Prato e realizzato con un finanziamento nazionale pubblico del Dipartimento per le Pari Opportunità Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali UNAR della Presidenza del Consiglio dei Ministri. 

Le donne che hanno preso parte al percorso formativo professionalizzante, finalizzato all’acquisizione di nozioni tecnico pratiche sull’arte del cucito e grazie all’apertura di spazi industriali e ad alcune borse lavoro è nata in via San Paolo 255, a Prato, una vera e propria micro impresa. Il laboratorio di Convoi ha come finalità principale l'aspetto lavorativo ed occupazionale nei confronti di persone e donne anche in situazione di svantaggio sociale e disabilità psico-fisica, ma punta anche ad abbattere gli stereotipi aprendosi a momenti di socializzazione ed integrazione culturale.

Ecco il programma quindi del 5 luglio: il laboratorio di taglio e cucito per bambini e famiglie inizia alle 18 e sarà a cura delle donne del progetto. Alle 19 è previsto l’incontro “Perché San Paolo?” con i saluti istituzionali di Simone Faggi, vicesindaco, Mariagrazia Ciambellotti, assessore alle pari opportunità. Alle 20 ci sono i concerti dei cori gospel diretti da Patrizia Calussi: “The gospel fire choir" e il primo coro italiano dei piccoli “Little big gospel choir” che invaderanno anche le strade del quartiere. Alle 21,30 torna il laboratorio per bambini stavolta in via dell’Alberaccio 69, in collaborazione con la libreria “Il Paese dei Baobab”.

04/07/2017