Firenze città dei profumi: tre itinerari per scoprire la città

di Marta Mancini

Il progetto, organizzato da Artex e Regione Toscana, porta alla scoperta dell'antica arte della profumeria nelle realtà storiche fiorentine

Qual era il profumo preferito di Caterina de’ Medici? Da dove nasce l’antico mestiere degli Speziali? Di questi tempi, fatti di grandi brand e cultura omologata, è ancora possibile creare un’essenza personale e inimitabile?

Queste tre domande sono solo gli input, il punto di partenza di tre itinerari turistici che si snodano nella Culla del Rinascimento e fanno parte di un unico progetto che prende il nome di “Firenze città dei profumi”. Il progetto fa parte degli itinerari di Artour che Artex - Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana e Regione Toscana hanno realizzato, in collaborazione con Cna Toscana e Confartigianato Impresa Toscana.

L’idea è quella di far conoscere ai viaggiatori una città inedita, fatta non solo di monumenti famosi e musei leggendari, ma anche di artigianato ed eccellenze artistiche.

“Firenze città dei profumi” promuove un tipo di turismo attento e “inatteso”: il percorso porta alla scoperta delle officine, delle profumerie, delle farmacie, delle drogherie e delle antiche erboristerie del centro storico e della periferia. Così, si potranno visitare Piazza della Signoria, Santa Croce ma anche l'Isolotto, Rifredi e le Cure, raggiungendo anche località dell'hinterland fiorentino come Calenzano e Grassina.

Non sono presenti firme commerciali famose, bensì 17 profumerie artigianali che, da sempre, producono fragranze originali, conoscono i principi della cosmetica naturale e utilizzano soltanto materie di elevata qualità.

Le proposte di tour (La Corte dei profumi, Il profumo su misura e L’arte degli speziali) permettono di entrare in contatto con i protagonisti “del fare”, entrare nel vivo del processo creativo e, soprattutto, vivere un’esperienza fuori dal tempo.


Gli itinerari di Firenze città dei profumi sono consultabili al sito www.toscana.artour.it.


06/02/2017