Torna i Luoghi del Cuore FAI: tanti i tesori da riscoprire in Toscana

di Ilaria Giannini

Riparte il censimento del Fai per salvare dall'abbandono posti speciali come il Castello di Sammezzano, le gualchiere di Remole, l'ex stazione di Fornello o la Certosa di Calci

Posti speciali, molto conosciuti oppure inediti, da riscoprire, tutelare e valorizzare: sono i Luoghi del Cuore, i tesori italiani censiti ogni anno grazie ai cittadini attivi sul territorio dal Fai, il Fondo Ambiente Italiano. L'iniziativa, giunta quest'anno alla nona edizione, permette di votare fino al 30 novembre il sito più amato di cui si auspica il recupero: in questo modo dal 2003 ad oggi ne sono stati salvati 92.

Sono tantissimi i Luoghi del Cuore in Toscana: chiese, giardini, cappelle, eremi e borghi che hanno bisogno di non essere dimenticati. Tra i siti toscani più votati non poteva mancare il Castello di Sammezzano, vincitore della scorsa edizione dei Luoghi del Cuore: la dimora in stile "orientalista" a Reggello è tra i pochissimi esempi di arte eclettica in Italia e deve il suo aspetto originale al marchese Ferdinando Panciatichi, che nella seconda metà dell’800 concretizzò qui le sue fantasie architettoniche. Sammezzano, di proprietà privata, è chiuso al pubblico e in stato di abbandono: il Comitato FPXA ne chiede da anni il recupero perché diventi patrimonio di tutti.

 

Sammezzano
Sammezzano

 

Le gualchiere di Remole a Bagno a Ripoli, al 24imo posto, è un antico opificio sulle sponde dell'Arno che risale al Medioevo: qui veniva sfruttata la forza del fiume per l'industria tessile fiorentina. Le gualchiere, vero monumento di archeologia industriale, sono state attive per più di cinque secoli, fino all'alluvione del 1966: da allora versano in stato di abbandono e potrebbero diventare un museo e un parco culturale.
Al 25imo posto troviamo l'antica ex stazione appenninica di Fornello, nel comune di Vicchio, chiusa nel 1967 e oggi abbandonata, che potrebbe essere recuperata per convertirla in un rifugio o foresteria per gli escursionisti, come chiede il comitato di cittadini che ha proposto il sito al censimento del FAI.

Tra i Luoghi del Cuore toscani sono mappati anche la Certosa di Calci, la Torre di Calafuria, la Pieve di San Piero a Sillano, la Cappella della Madonna di Vitaleta a San Quirico d'Orcia, le Terme del Corallo a Livorno e tantissimi altri tesori da scoprire.

05/06/2018