#VOLAAGENOVA, DALLA TOSCANA UN INVITO A VOLARE A GENOVA OLTRE LA TRAGEDIA

di Giulia Rafanelli
 #VolaaGenova, dalla Toscana un invito a volare a Genova oltre la tragedia

Toscana Aeroporti ha aderito alla campagna social per rilanciare il turismo nel capoluogo ligure dopo il crollo del ponte Morandi

Di Genova non possono restare soltanto le drammatiche immagini del vuoto, del crollo, del ponte Morandi sbriciolato sopra al quartiere Sampierdarena. Ci vorrà tempo – molto e forse per qualcuno non sarà mai abbastanza - prima che Palazzo Ducale, piazza De Ferrari, le botteghe, il porto, prendano il posto dell’istantanea di quel camioncino fermo a pochi centimetri dall’inferno. Ma è un tempo che Genova dovrà darsi.

Un aiuto a ricostruire la propria immagine e la propria identità all’esterno arriva anche dagli aeroporti toscani e Toscana Aeroporti che hanno aderito alla campagna social #VolaaGenova, una campagna per promuovere le bellezze della città “oltre” la tragedia del 14 agosto in cui hanno perso la vita 43 persone, tra cui anche quattro ragazzi toscani.

Lanciata dall’Aeroporto di Genova e da Assaeroporti che hanno chiesto alle compagnie aeree attive su Genova di aiutarli a diffondere sui propri canali foto e messaggi per invogliare i turisti a scoprire Genova tramite gli hashtag #VolaaGenova e #FlytoGenoa, l’iniziativa si è presto diffusa e, non solo le compagnie aeree, ma anche gli aeroporti d’Italia hanno dato la propria adesione. Tra questi, appunto, anche Toscana Aeroporti con gli scali di Firenze e Pisa. Sui canali social degli scali toscani, infatti, potremmo trovare post dedicati a Genova, al Salone Nautico, all’Acquario, alla mostra di Palazzo Ducale, ecc.

Come associazione di categoria – ha affermato Fulvio Cavalleri di Assaeroporti - abbiamo favorevolmente accolto sin da subito, insieme ai nostri aeroporti associati, l’invito ad aderire a questa meritevole iniziativa ideata dall’aeroporto di Genova, volendo così dare un forte segnale di vicinanza e sostegno alla città stessa per l’immane tragedia che l’ha colpita. Ci auguriamo che il nostro contributo possa accompagnare fattivamente l’intera comunità ligure, che sta affrontando con coraggio, grande determinazione e passione questa fase di ripresa e pertanto invitiamo i passeggeri dei nostri aeroporti a scoprire le bellezze della meravigliosa città di Genova e di tutta la regione”.

Questo il tweet pubblicato dall'account di Genova Aeroporto per ringraziare l'elevata adesione alla campagna:

 Ciò che è stato non si può e non si deve cancellare. Dal 14 agosto Genova è inevitabilmente anche l’immagine di quel furgoncino verde, delle macchine accartocciate e sospese, di un telefono che squillava con la scritta “Mamma. L'immagine della disperazione di chi ha perso tutto in un giorno di metà estate, della triste gioia di chi si è salvato. È immagine di coraggio e di forza, la forza di chi per giorni ha scavato ininterrottamente, delle divise logore e sudate dei Vigili del Fuoco. Il ponte Morandi diviso in due è un’immagine che resterà addosso a Genova ma non dovrà essere l’unica immagine di Genova: #VolaaGenova nasce proprio per ricordare al mondo che la città ligure è una splendida città marinara, di spicco internazionale per il settore della nautica, ricca di tradizioni e di cultura.

 

30/08/2018

#VolaaGenova
#VolaaGenova