Cultura /Le celebrazioni

Poesia e musica tra Marradi e Scandicci a 90 anni dalla morte di Dino Campana

Da agosto a ottobre in programma passeggiate letterarie, reading e musica dal vivo nei luoghi dove il poeta nacque e si spense a soli 47 anni

Passeggiate letterarie, reading tra poesia e musica, trekking urbano e spettacoli teatrali: è il ricco programma di “Eventi campaniani, da Marradi a Scandicci”, l’iniziativa in memoria di Dino Campana, di cui ricorrono i 90 anni dalla morte, che si terrà nei luoghi dove il poeta nacque e si spense a soli 47 anni.

La rassegna infatti propone una serie di iniziative da agosto a ottobre, tra Marradi, dove Campana nacque il 20 agosto del 1885, a Scandicci, dove morì il 1 marzo del 1932, nell’ospedale psichiatrico di Villa di Castelpulci. La kermesse è promossa dal Centro studi Dino Campana, in collaborazione con la Città Metropolitana di Firenze e i Comuni di Marradi e Scandicci.

A Marradi sulle orme di Campana

Si parte il 20 agosto a Marradi con “Genetliaco Campaniano canti orfici in musica”, il primo concorso nazionale per artisti, band ed ensemble che prende il titolo dall’opera più celebre di Campana, i Canti Orfici. Il 21 agosto si terrà la passeggiata letteraria da Campigno a Monte Filetto, nei luoghi dove il poeta amava camminare e di cui ha scritto. Sempre il 21 agosto il Circolo di Campigno ospita il reading poetico-musicale con musiche del Duo Chiari e letture di Walter Scarpi.

Il 30 agosto a Marradi, in piazza Scalelle, va in scena “La nostra commedia – Uno spettacolo dantesco nei luoghi di Dino Campana”, con storie intrecciate e comuni dei due poeti. Il 10 settembre sempre a Marradi si tiene alle 18 il trekking urbano campaniano e alle 21 la Notte Orfica, un reading di poesie accompagnato dalla musica.

L’8 ottobre è poi in programma la premiazione del quinto concorso nazionale di prosa lirica e un reading con musica dal vivo, al centro studi Campaniani dove, il 22 ottobre, si terrà la conferenza “Il femminile nella poesia colorita di Dino Campana”: nell’occcasione sarà presentata anche la scultura dell’artista Andrea Benedetto dedicata al poeta.

Marradi, il paese natale di Dino Campana

Tra poesia e teatro a Scandicci

A Scandicci gli “Eventi campaniani” prendono la forma di una serie di spettacoli che tra teatro, poesia e musica omaggiano il poeta e la sua vita travagliata.

“Noi qui dentro si vive in un lungo letargo”, a cura dell’associazione LI.BE, è uno spettacolo teatrale-poetico itinerante tra piazza Vittorio Veneto e la Badia di Settimo, dove Dino Campana è stato sepolto nel 1946. Un progetto poetico che si chiede cosa accomuna i poeti con i detenuti e i malati di mente: il titolo infatti è la strofa di una canzone di Roberto Vecchioni dedicata a un’altra poetessa che come Campana visse l’esperienza del manicomio, Alda Merini.
Lo spettacolo si articola in tre passeggiate poetiche nei luoghi campaniani di Badia a Settimo, dove gli spettatori saranno accompagnati da un poeta e invitati a loro volta a scrivere versi e pensieri, in programma nelle serate del 31 agosto, 1 e 6 settembre. L’evento conclusivo, in cui dialogheranno musica e poesia, si terrà invece nel Giardino degli Incontri di Sollicciano il 13 settembre.

Il 9 settembre nel Piazzale dell’Abbazia di San Salvatore e San Lorenzo a Badia a Settimo si tiene invece “Dino Campana poeta: i tuoi versi sono meravigliosi”, un racconto a più voci e più linguaggi – teatro, musica, danza, immagini – per conoscere Campana, ripercorrerne l’avventurosa vita ed entrare nella sua immaginifica poesia, riscoprendo la sua modernità.

Informazioni sull’evento:

Tutti gli eventi nel calendario di
I più popolari su intoscana