Cerrone il 'Re' della disco music sabato 18 al Tenax di Firenze

30 milioni di dischi venduti, 5 Grammy Award, arriva a Firenze uno dei protagonisti assoluti della scena dance mondiale

Se avete ballato Daft Punk, Massive Attack, Bob Sinclair, Dimitri From Paris o i Chemical Brohers sappiate che non sarebbero esistiti senza la musica creata negli anni '70 da Cerrone uno dei 'padri' della dance. Figlio di un immigrato italiano fuggito in Francia durante il ventennio fascista, Cerrone ha inziato a suoanre la batteria all'età di dodici anni e ad ascoltare le canzoni di Otis Redding, Jimi Hendrix, Carlos Santana, e Blood, Sweat & Tears.

A 17 anni inizia ad esibirsi nei Club Méditerranée con i Kongas, band di cui Eddie Barclay produrrà il primo disco. Nel 1976 decide di esordire come solista con “Love In C Minor”, prodotto in collaborazione con Alec R. Costandinos. La sua opera prima, un mix di nuove sonorità, citazioni erotiche e piccanti copertine, colpisce molto il pubblico per la particolarità e modernità e vende 8 milioni di copie. A questa seguono “Cerrone’s Paradise” (1977) e il grande successo “Supernature”, sempre nello stesso anno, con quest'ultimo disco, considerato ancora oggi un capolavoro, vince 5 Grammy Awards. Alla fine degli anni 70 è ormai una star mondiale e si trasferisce a New York dove diventa un assiduo frequentore della celebre discoteca Studio 54, frequentata da personaggi del calibro di Andy Warhol e Jean-Paul Gaultier.

Il prossimo 7 febbraio uscirà il suo nuovo disco "DNA", di cui è già uscito il primo singolo “Resolution” un brano totalmente nel suo stile, ricco di synth allegri e con l’iconica batteria dell’artista.  Il video, diretto da Étienne Perrone, rappresenta un mondo futuristico dominato dalla tecnologia e dall’inquinamento. Questo futuro distopico è il riflesso della nostra sempre maggiore dipendenza dalla tecnologia, che ci porta ad essere ogni giorno più superficiali e disconnessi. L’idea di fondo è quella di una sorta di trappola, e il video segue un personaggio assolutamente privo di emozioni in un mondo dei sogni indotto dalla tecnologia.

Nella serata al Tenax faranno gli 'onori di casa' Philipp, Cole e David Brilli. La carriera del primo, storico resident del Tenax, inizia nel 2002 e passa attraverso alcuni dei più rinomati club italiani ed esteri tra cui Cocoricò, Red Zone, Link e Dok Show. La sua visione è però molto più ampia e lo porta a sviluppare assieme all’amico e collega Cole, altro dj di grande influenza nella scena club nazionale, il progetto Fragola, appuntamento di culto per clubbers provenienti da tutta Italia. Chiude la Line-up David Brilli, anch'esso inserito nel progetto Fragola. Nell'aprile del 2016 esce il suo primo Ep in collaborazione con Savvas K sulla label Exotic Refreshment, Monrovia Ep. Monrovia (Original Mix) verrà annoverata fra le migliore venti tracce deep house della stagione secondo la classifica stilata dal Movement Festival su Beatport. Da Febbraio 2019, cura la trasmissione “Kvadrat Radio” sullʼemittente radiofonica Controradio, interamente dedicata alla divulgazione della musica elettronica. 

14/01/2020