Intervista a Rachele Petrucci: perchè fare il ‘pastore’ a 21 anni

di Costanza Baldini

Con sua nonna Catia e 140 pecore Rachele produce prodotti caseari nella sua azienda di San Marcello Piteglio che è anche un presidio Slow Food

Rachele è una normalissima ragazza di 21 anni a cui piace il sabato sera andare in discoteca a divertirsi con i suoi amici, allora perché per lei si è scomodato addirittura il celebre sito web ‘Vice’ che le ha dedicato una lunga intervista? Semplice, Rachele ha deciso di fare l’antico lavoro del pastore nell’azienda di sua nonna a San Marcello Piteglio. Una scelta che in tempi di selfie e guerra all’ultimo like su facebook, scarpe firmate e sfide a Fortnite suona senza dubbio un po’ originale. Incuriositi dalla freschezza e dalla semplicità di questa giovane ma determinatissima ventenne toscana siamo andati a intervistarla.

Ciao Rachele! Raccontaci com’è nata la tua avventura
Fin da piccolina venivo dai miei nonni, stavo sempre dietro alle pecore e io già sapevo che dovevo fare questo lavoro. Poi quando ho cominciato ad andare alle Superiori mio nonno ha cominciato a stare male e bisognava prendere una decisione.

Chi lavora nella vostra azienda, in quanti siete?
Siamo io e mia nonna Catia, quando ho bisogno per i lavori più grossi ci sono mio padre e mio zio.

Quante pecore avete? Fate tutto da sole?
Circa 140, c’è da lavorare ma ci arrangiamo. Grazie ai contributi della Regione Toscana per il Premio Giovani stiamo modernizzando l’azienda, ho rifatto la sala mungitura e stiamo rifacendo il caseificio e il punto vendita.

Com’è la vita del pastore? Come trascorri le giornate?
La mattina vado nella stalla e mungo, il pomeriggio le porto fuori, tre volte la settimana si fa il formaggio. La sera le riporto in stalla e le rimungo.

Cosa producete?
Siamo un presidio Slow Food e produciamo principalmente pecorino e latte crudo. Oltre al pecorino e la ricotta produciamo anche le farine di grano e di farro integrali, il farro in seme (da usare come il riso).

I tuoi genitori hanno accettato la tua decisione di seguire questa strada serenamente?
Li per lì avevano qualche dubbio, ma poi non mi hanno detto niente, anzi.

Cosa ti piace del tuo lavoro?
Ho sempre amato gli animali, mi piace, non mi vedo a fare altro. E’ sacrificio ma io non lo sento, riesco ad organizzarmi.

A 21 anni c’è la voglia di andare in discoteca, di andare al mare in vacanza, riesci a fare queste cose?
Ci vado, magari vacanze lunghe no. Si potrebbe trovare il modo, ma avrei troppo pensiero, preferisco non farle, ho preso un impegno, non sento il bisogno delle vacanze.

Quindi si può dire che fai una vita normalissima, esci la sera con i tuoi amici. Ma nessuno ha mai detto qualcosa su questa tua decisione? Qualche critica?
Niente, ormai ci conosciamo tutti, ognuno fa il suo. Io non ho mai fatto caso a quello che dice la gente. Anzi dopo l’articolo su ‘Vice’ mi hanno fatto tutti i complimenti.

Per comprare i prodotti di Rachele basta passarla a trovare presso l’azienda agricola Verdetti Catia, in via del Guaime, 868, San Marcello Piteglio.

17/05/2019