Cultura /

A Firenze una grande mostra con oltre 200 opere di Escher il maestro delle illusioni

Fino al 26 marzo 2023 al Museo degli Innocenti di Firenze sarà allestita una grande antologica dedicata al pittore e matematico olandese, con i suoi capolavori più iconici

Al Museo degli Innocenti di Firenze arriva una grande mostra che rende omaggio al genio visionario dell’artista olandese Maurits Cornelis Escher. 

Esposti fino al 26 marzo 2023 oltre 200 pezzi tra cui alcune opere che lo hanno reso noto in tutto il mondo come il mago delle illusioni e dei paradossi.

La sua arte nasce proprio in Italia il primo paese che Escher visita dopo la scuola, rimanendo profondamente affascinato dai paesaggi del sud come la Sicilia, la Calabria, la Campania, Roma e anche la Toscana dove ha visitato Pisa, Siena e San Gimignano. In Italia conosce anche il suo grande amore Jetta Umiker che sposerà e che gli darà tre figli.

Ma è solo dopo aver lasciato l’Italia nel 1935 per trasferirsi in Svizzera perchè contrario ai principi del Fascismo che inizierà a realizzare le sue opere più famose, i suoi mondi impossibili basati su riflessioni geometriche e matematiche.

Tramite le sue incisioni Escher ha mostrato che disegnare è un inganno, percepiamo il mondo come qualcosa di trimensionale ma il disegno ha solo due dimensioni, spingendo all’estremo questo concetto l’artista è riuscito a generare illusioni e situazioni paradossali.

Giorno e Notte

Nella mostra a Firenze troviamo due opere simbolo della sua carriera: “Giorno e notte” un’opera che ritrae dall’alto un tipico paesaggio olandese con campi geometricamente ordinati che piano piano si animano e diventano degli uccelli in volo.

Un’altra opera iconica in mostra è “Metamorfosi II”, una lunga incisione che parte proprio dalla parola metamorfosi, un percorso consequenziale che tramite la tassellatura arriva al duomo di un paese a Trani, che a sua volta diventa una scacchiera i cui scacchi tornano ad essere quadrati e i quadrati la Metamorfosi da cui tutto ha avuto inizio. Uno dei più grandi capolavori dell’artista.

I tetti di Siena

Le sue opere hanno dato vita a una vera e propria Eschermania che ha influenzato la musica, la moda e soprattutto il cinema con film come Labyrinth, Inception di Christopher Nolan fino ad arrivare alla serie tv coreana dal successo mondiale The Squid Game. 

“Il mio lavoro è un gioco – diceva l’artista – ma un gioco molto serio.”

Ma qual è il segreto di Escher? Perchè dopo quasi un secolo continua ancora oggi ad affascinare così tanto?

Forse perchè è stato uno dei primi a ipotizzare la presenza di infinite realtà parallele alla nostra, il Multiverso, o meglio un mondo, nel mondo, nel mondo.

Solo coloro che tentano l’assurdo raggiungeranno l’impossibile, e Escher cercatore di mondi nascosti, sapeva bene che anche dentro una goccia di rugiada esistono infiniti universi.

Dewdrop

Informazioni sull’evento:

Tutti gli eventi nel calendario di
I più popolari su intoscana