Tre anni di eventi per omaggiare il poeta Giuseppe Baretti

Lo scrittore nasceva tre secoli fa. Le celebrazioni, al via il 3 e 4 maggio a Seravezza, proseguiranno fino al 2021. Appuntamenti anche a Lisbona e Utrecht

Un triennio di eventi culturali, ma anche convegni, rassegne cinematografiche e spettacoli teatrali, per le celebrazioni in onore di Giuseppe Baretti, poeta, scrittore, linguista e critico letterario nato 300 anni fa. Le celebrazioni, promosse dal centro internazionale di studi europei Sirio Giannini con il Comune di Seravezza (Lucca), sono state presentate nella sede del Consiglio regionale, alla presenza del presidente dell'Assemblea toscana. Il calendario di iniziative si aprirà il 3 e il 4 maggio con un convegno a Seravezza e proseguirà fino al 2021 con eventi in altre città italiane e europee, tra cui, Lisbona e Utrecht. Un corposo programma di iniziative sotto l’egida del Ministero per i Beni e le Attività Culturali che coinvolgerà anche Pistoia, Lucca, Pisa, Cagliari, Torino.

Le celebrazioni, hanno spiegato gli organizzatori, vogliono accendere i riflettori sulla figura Baretti come intellettuale poliedrico, originale, indipendente e, ancora oggi, sottostimato.

20190329_conferenza-baretti-firenze_1030

«Per Seravezza è un risultato importantissimo» ha detto il sindaco Riccardo Tarabella. «Perché una piccola città come la nostra sarà al centro di un importante periodo di tre anni in cui parleremo di questo personaggio che oggi ha bisogno di essere rispolverato e ben studiato. Avremo modo di conoscere meglio questo scrittore, poeta e critico d'arte, un personaggio che farà finalmente ritorno. Da quando sono sindaco ho voluto spingere per una crescita culturale del territorio e questo sta avvenendo».

Per Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale della Toscana, Baretti «è una figura che la nostra storia della letteratura ci consegna come uno dei protagonisti del '700 e quest'anno viviamo i 300 anni dalla sua nascita. È importante che il Comune di Seravezza abbia avuto la possibilità di porsi come punto di coordinamento di coloro che in questi tre anni organizzeranno momenti di studio e di valorizzazione».

30/03/2019