Attualità/

Vaccini, da oggi via alle dosi in farmacia: si parte da Firenze

In Toscana hanno aderito circa il 50% delle farmacie. Anche i non iscritti al sistema sanitario regionale potranno vaccinarsi tramite portale

Vaccini

Da oggi anche in Toscana il vaccino anti-Covid potrà essere somministrato in farmacia: la prima città è Firenze. Per adesso ne sono attive poche (solo un paio), ma l’operatività e la diffusione sul territorio aumenterà nei prossimi giorni. Il rafforzamento ulteriore della rete vaccinale è la conseguenza dall’accordo siglato nei giorni scorsi con Federfarma Toscana e Confservizi Cispel Toscana, per favorire la più elevata copertura vaccinale delle persone tra i 60 e i 79 anni, più esposte al Covid e che hanno difficoltà a prenotarsi sul portale online regionale. Al momento circa il 50% delle 1200 farmacie toscane, pubbliche e private, hanno aderito.

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, vuole spingere sull’acceleratore e annuncia: “Invierò una lettera a tutti i fiorentini tra i 60 e i 69 anni per completare la vaccinazione di questa fascia di età, per la quale manca poco, e accelerare il processo di vaccinazione grazie alla disponibilità delle farmacie”.

Vaccini in farmacia – © Comune Firenze

Vaccini anche per i non iscritti al sistema sanitario regionale

Altra novità riguarda la possibilità di ricevere la dose anche per i non iscritti al servizio sanitario nazionale,  attraverso il portale online regionale, come indicato dall’ordinanza 7/2021 del commissario straordinario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo. Sono coinvolti i cittadini italiani iscritti all’Aire (Anagrafe degli italiani residenti all’estero), che vivono temporaneamente sul territorio nazionale; i dipendenti delle istituzioni dell’Unione Europea, gli agenti diplomatici e il personale tecnico-amministrativo delle missioni diplomatiche, il personale di enti e organizzazioni internazionali e i loro relativi familiari a carico e il personale dei medesimi enti e organizzazioni in quiescenza, che vivono sul territorio nazionale. Una volta effettuata la pre-registrazione e verificata la correttezza dei codici numerici inseriti con la banca dati nazionale, queste persone saranno contattate e vaccinate dalle Asl di riferimento territoriale.

Questo percorso di registrazione online affianca il servizio telefonico, già attivo da due settimane, che consente alle stesse tipologie di utenti, di prenotare il vaccino, contattando il numero regionale 055 90 77 777 , che rimane comunque attivo per chi ha minore dimestichezza con i supporti informatici.

Il presidente Giani: “La Toscana è da zona bianca”

E intanto prosegue la campagna vaccinale anche per i più giovani e i maturandi, a cui si affianca una diminuzione, seppur lenta, dei casi. Una situazione che fa ben sperare il presidente della Regione Eugenio Giani che ambisce alla zona bianca: “Siamo abbondantemente dentro quelli che sono i parametri della zona bianca da dieci giorni. E’ evidente che è tutto un fatto tecnico da parte delle autorità di governo fissare quanti giorni sono necessari. Devo dire che con il passaggio del coprifuoco a mezzanotte la differenza tra zona gialla e zona bianca è assolutamente minima”. Quanto ai giovani, “so che in questo momento per loro c’è il desiderio di potersi immunizzare, anche perché vogliono viversi con serenità le vacanze, quindi ora studieremo anche altri mezzi per poter assecondare questo loro desiderio

I più popolari su intoscana