Primavera d'impresa cresce: seconda edizione a Prato

Il 21 marzo la manifestazione che punta a stabilire 'connessioni' tra realtà imprenditoriali. Ciuoffo: 'Dobbiamo fare nostri i punti di forza del made in Tuscany, coniugando il nostro saper fare e le nostre idee con le nuove tecnologie'

Favorire lo scambio di idee tra le aziende, stabilire 'connessioni', lavorare e crescere insieme. Generare competitività per i territori: torna il 21 marzo alla Camera di Commercio di Prato  la seconda edizione di Primavera d’Impresa, la manifestazione rivolta alle micro, piccole e medie imprese con sede legale in Toscana. Un'iniziativa promossa da Crisis con il patricinio di molti enti ed istituzioni tra cui la Regione Toscana.

La manifestazione assegna anche un 'premio d'impresa', al fine di valorizzare il dinamismo delle aziende, evidenziandone il merito. Saranno valutate dunque - tra le imprese partecipanti - non solo creatività e innovazione ma il modo in cui è stato pensato il 'prodotto' anche in termini di servizio. 


 
“L’anno scorso, con la prima edizione - ha spiegato Cristina Nati, presidente CRISIS -  ci siamo resi conto dell’importanza per le aziende di partecipare a momenti di incontro in cui cementare relazioni e intercettare possibilità di business. Ma anche di quanto sia imprescindibile saper comunicare se stessi e i propri prodotti e servizi per avere successo. Per questo motivo abbiamo deciso di ripetere l’esperienza di Primavera d’Impresa. Per questa nuova edizione abbiamo scelto Prato, esempio virtuoso di come innovazione e artigianato possano convivere, riuscendo a rimodellare produzione e commercializzazione con visione imprenditoriale e spirito di cambiamento.” 
 
"Iniziative come questa - ha aggiunto l'assessore regionale alle Attività Produttive Stefano Ciuoffo - sono utili per dare stimoli al nostro tessuto produttivo toscano per indirizzarlo verso innovazione e formazione. Queste sono le chiavi del futuro, per essere competitivi nel mercato, sempre più agguerrito e concorrenziale, nel quale si potrà emergere soltanto con creatività e aggiornamenti continui. Non si può prescindere dai mutamenti in corso nella società di oggi e dobbiamo fare nostri i punti di forza del made in Tuscany, ingegno e creatività appunto, coniugando il nostro saper fare e le nostre idee con le nuove tecnologie (a partire dal Paradigma 4.0) che richiedono di stare al passo con i tempi. Prato è una location quanto mai adatta per una manifestazione di questo tipo, perché la sua storia imprenditoriale è stata basata su questo e su questo bisogna continuare".

Nel corso della giornata si terranno la tavola rotonda 'Comunicare l’innovazione in un mondo che cambia: giornalisti e aziende discutono di come crescere in reputazione e sfruttare in termini di notiziabilità l’innovazione d’impresa', moderata dal giornalista Luca Telese. Non mancheranno anche workshop di approfondimento su strategie di prevenzione delle crisi aziendali, oltre a speed date e incontri B2B tra aziende. Infine il forum di discussione Creatività e innovazione: chiacchere di moda e reale sviluppo?, condotto sempre da Luca Telese in coppia con Oscar Giannino.
 




04/02/2019