I Lady in The Radiator da Prato hanno vinto il 31° Rock Contest

Sabato 14 dicembre in una Flog sold out si è svolto il contest nazionale per le band emergenti

Sabato 14 dicembre all'Auditorium FLOG di Firenze si è svolta la 31.a edizione del Rock Contest di Controradio il concorso nazionale per gruppi emergenti, organizzato da Controradio e Controradio Club in collaborazione con Comune di Firenze, Regione Toscana e SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.

Sono stati i pratesi Lady in The Radiator a vincere l'edizione 2019 grazie alla loro sofisticatissima proposta che unisce vocalità estreme e “performative” a ritmiche complesse ed incursioni sonore di scuola “noise”. Lady in the Radiator sono stati votati sia dal pubblico che dalla attentissima giuria di musicisti, davvero numerosi quest’anno, scelti fra i migliori della scena indipendente italiana: Vasco Brondi, Diodato, Appino, Rachele Bastreghi, Max Collini e Francesco Magnelli e da esperti produttori e giornalisti musicali fra i quali Federico Russo di Radio Deejay. Il gruppo pratese si aggiudica un premio di 2000 euro da investire nella loro futura carriera musicale.

I vincitori degli altri premi in palio sono stati Tōru che con il Brano “Soli” si è aggiudicato il Premio Fondo Sociale Europeo/Giovanisì di 3000 euro con la seguente motivazione “La presa di coscienza della banalità delle abitudini in cui ci perdiamo per dare un senso alle nostre giornate. L’insoddisfazione che si trasforma in inquietudine fino a diventare quel mormorio di fondo dell’anima che ci sprona e ci spinge alla ricerca di un qualcosa che non troviamo nel quotidiano. Una ricerca perenne della serenità non solo nella società, ma, con noi stessi. Quella ricerca che però è anche il motore stesso dell’anima, rivendicando il coraggio di affrontare l’incertezza a dispetto delle confortevoli abitudini“.

Il Premio SIAE di 2000 euro, assegnato dalla Società Italiana degli Autori ed Editori alla miglior composizione musicale è stato vinto, con l’efficacissimo brano “Scappare”, dagli Elephant Brain, perugini, dediti ad un rock in italiano energetico e coinvolgente. Il Premio Ernesto De Pascale, per la migliore canzone con testo in italiano è andato Emma Nolde originalissima diciannovenne empolese dalla spiccata personalità artistica, per il brano “Nero Ardesia” che si è aggiudicata anche il secondo posto del Premio Rock Contest, avrà la possibilità di usufruire complessivamente di 6 giorni di studio di registrazione presso il prestigioso SAM Recording Studio. Una menzione va anche ai pur bravissimi Leyla El Abiri, Nervi, Ultima Haine e Moonwise Den, che hanno reso il lavoro di scelta della giuria davvero combattuto e difficile.

La finale si è svolta in un Auditorium Flog anche quest’anno sold out, segno della vivacità del concorso e dell’interesse che molti giovani manifestano verso le nuove proposte musicali originali e di qualità. A conclusione della serata si è tenuto l’energetico e apprezzatissimo concerto di Sick Tamburo che hanno presentato dal vivo l’ultimo lavoro “Paura e l’Amore”.

Rock Contest 2019 è stato organizzato da Controradio e Controradio Club con il contributo di Comune di Firenze, SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, in collaborazione con Regione Toscana – Fondo Sociale Europeo/Giovanisì, sponsor tecnici Audioglobe, Sam Recording Studio, Brahms Strumenti Musicali, la partnership di Woodworm Label, Locusta Booking, Blue Moon Studio, Blanket Studio e la mediapartnership di Rockit.

16/12/2019