#myTuscany: dalla Bit parte la sfida social per raccontare la Toscana

Presentato l’hashtag ufficiale per la destinazione toscana: instagramers e professionisti insieme per raccontare la regione attraverso i social network. Al via anche il concorso per diventare testimonial della Toscana

Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana lanciano una complessa azione di ingaggio online rivolta a coloro che sono in viaggio in Toscana, sono stati o hanno in programma una vacanza in questa splendida regione. Non una campagna di comunicazione ordinaria, ma l'animazione di un racconto web della Toscana che esiste già, ed è molto diffuso su tutti i canali social, ma con un ulteriore grande obiettivo: stimolare gli utenti a scattare immagini, conquistando la rete con la bellezza identitaria di questa destinazione.

#myTuscany, l’hashtag di destinazione. Nasce l’hashtag di destinazione, quello che da oggi in poi sarà utilizzato dalla grande community dei viaggiatori e funzionerà da collettore unico del grande racconto che stanno componendo milioni di turisti, sempre più social e connessi alla rete.

I dati di visittuscany.com in questo senso sono eloquenti, facendo un raffronto tra il 2019 e il 2018: 10.575.486 pagine visualizzate (+68% rispetto al 2018), 4.517.721 sessioni (+15% rispetto al 2018), 3.543.014 visitatori (+16% rispetto al 2018). Tra gli utenti principali di Visit Tuscany ci sono gli italiani che rappresentano il 47% del totale (+20,5% rispetto al 2018), seguono gli americani al 20% del totale (+7,5% rispetto al 2018) e gli inglesi che sono il 9% degli utenti con una quota di crescita invariata rispetto al 2018. 

#myTuscany alla Bit

#myTuscany is.  L'azione di ingaggio è un invito a condividere una personale e unica idea di Toscana, attraverso le proprie parole e la propria visione, con l’uso di un aggettivo: è il turista a definire la Toscana, in quell’autentico sentimento che questa terra consente a ciascuno di avere. E dunque #myTuscany is "romantic", "pure energy", "wild", "timeless", "adrenaline", "an endless day", "delicious", "changing me", "a journey of my soul", "the place where to return". Migliaia di possibilità, di punti di vista, di esperienze fino ad essere semplicemente "just mine".
E' questo il concept dell’azione di ingaggio attraverso l’hashtag #myTuscany, che prevede il coinvolgimento degli stessi utenti nel postare foto e definire la "propria" Toscana.

«Una vera e propria azione che vogliamo lanciare sull’attività social dei nostri ospiti – ha spiegato il direttore di Toscana Promozione Turistica, Francesco Palumbo – in un momento in cui la condivisione attraverso i social da un lato, e la possibilità di promuovere un territorio attraverso le esperienze dei turisti stessi dall’altro, è diventata una delle forme di comunicazione più efficaci, un  vero e proprio racconto che connette le emozioni personali e l’identità territoriale con la rete».

 

#mytuscany alla BIt

#myTuscany, instagramers. Una grande operazione mediatica che prevede, oltre a media plan sui principali canali online, il coinvolgimento e l'animazione di instagramers toscani perchè il racconto partirà proprio dalla grande community di Igerstoscana, la comunità del social network visuale per eccellenza, specializzata nella produzione di contenuti digitali attraverso attività di visual storytelling, challenge fotografici anche in collaborazione con destinazioni e brand e meeting fotografici.
Igerstoscana è la prima community digitale regionale (64k) e altre 8 locali: Firenze (50k), Siena (15k), Lucca (11k), Arezzo (11k), Massa carrara (7k), Livorno (12k), Grosseto (8k) e Prato (8k) tutte attivate tra il 2011 e il 2012 con l’hashtag di riferimento #igerstoscana e #igersNOMEprovincia che svolgono attività di promozione del territorio con l’ausilio di contenuti multimediali che raccontano storia, cultura, paesaggio e eventi.
Antonio Ficai e Francesco Del Siena, del gruppo Instagramers Livorno, nato nel 2011, di cui Ficai è fondatore, hanno fatto della fotografia di territorio il punto focale della loro attività. A livello associativo nazionale sono la terza regione come numero di associati e numero di attività svolte, e inizieranno proprio dalla Bit il lancio di #myTuscany contribuendo alla diffusione dell’hashtag di destinazione.

#myTuscany, il concorso. L'azione si compone anche di un contest online rivolto ai turisti internazionali: in palio un viaggio con gli amici e la possibilità di diventare testimonial della nuova immagine della Toscana.  Un vero e proprio concorso che avrà come risultato un grande e innovativo racconto che coinvolgerà la rete e gli influencer su tutte le piattaforme social.  

“Attraverso #mytuscany e gli altri progetti – ha detto il direttore di Fondazione Sistema Toscana, Paolo Chiappini- puntiamo a rafforzare la strategia del racconto diffuso già presente su visittuscany.com e Toscana Ovunque Bella. L’unione di voci, sensibilità e intelligenze diverse per rappresentare una regione di una bellezza così profonda che non potremo mai raccontare da soli. Inoltre, con questo grande progetto di squadra avremo l’opportunità, attraverso gli occhi dei turisti di tutto il mondo, di mostrare la Toscana a nuovi pubblici con codici e grammatiche linguistiche nuove e lontane”.

#myTuscany alla Bit

Alla presentazione hanno partecipato il fotografo Massimo Sestini e il giornalista Benedetto Ferrara, entrambi in rappresentanza di due modi diversi di raccontare il territorio toscano, uno attraverso le immagini fotografiche, l’altro attraverso un reportage a puntate.

 #myTuscany, le gallery tematiche. “Bellezza oltre i limiti” è la Toscana del fotografo Massimo Sestini che presenta i suoi progetti per mostrare la terra del buon vivere dal suo celebre punto di vista sospeso nell’aria, dall’alto di un elicottero o di un aereo. Le azioni previste dalla sua collaborazione iniziano dalla realizzazione di gallery tematiche per visittuscany.com che sorvoleranno quella Toscana vista dal cielo, che non ti aspetti: piazze, foreste, mare, montagne e cammini inquadrati dalla sua arte ai limiti del possibile. Un viaggio promosso da Fondazione Sistema Toscana e Toscana Promozione Turistica, che da qui a due anni prenderà forma anche attraverso pubblicazioni ed eventi di grande richiamo.

#myTuscany, il reportage. “E via andare” è un progetto di Benedetto Ferrara, giornalista e scrittore, che punta a raccontare le storie e i personaggi di piccoli borghi toscani lontani dalle classiche rotte del turismo. Declinazione video del progetto regionale Toscana Ovunque Bella, tra scorci di bellezza, prodotti tipici e vita vissuta, “E via andare” cerca di mettere insieme emozioni visive, narrazione e tracce di informalità necessarie per vivere la realtà senza additivi patinati e suggestioni forzate. Nasce anche per cercare una interazione costante ed è aperto ai suggerimenti via social con l’invito: “scegliete il vostro borgo del cuore e noi lo verremo a raccontare!” nasce da un’idea di Benedetto Ferrara, il progetto è realizzato da Fondazione Sistema Toscana e condotto da Benedetto Ferrara con la partecipazione di Simona Bellocci.

“Tutto – ha concluso l’assessore regionale al turismo, Stefano Ciuoffo - ruota intorno ad un hashtag: #myTuscany. E possiamo quindi dire che nasce un hashtag di ‘destinazione’, quello che da oggi in poi sarà utilizzato dalla grande community del viaggiare in Toscana. Funzionerà da contenitore unico del grande racconto che in rete esiste su questa terra meravigliosa da parte di milioni di viaggiatori. Il presidio sui social è fondamentale e dopo il lancio dei due nuovi portali web negli scorsi anni consolidiamo le azioni sui social network."

10/02/2020