A Pistoia gli olivi vanno gratis ai cittadini in cambio di olio

Il Comune affitta a titolo gratuito le 831 piante del territorio a chi se ne prenderà cura e riceverà così il raccolto

A Pistoia gli olivi del Comune saranno affittati gratis ai cittadini maggiorenni, che in cambio dovreanno prendersene cura e terranno per sè il raccolto e l'olio che ne verrà fuori. Sono 831 le piante di olivo situate nelle aree a verde di proprietà pubblica che il Comune affiderà ai cittadini, dislocate in 80 diverse aree del territorio comunale, dalla pianura alla collina, da Barile a Sarripoli, da Monteoliveto a Candeglia.

L'avviso per l'affidamento della cura delle piante e raccolta delle olive è pubblicato sul sito internet del Comune e rimarrà in vigore fino al 2021. "Questa iniziativa invita i privati a prendersi cura di un patrimonio pubblico importante e ad apprezzare maggiormente i frutti della nostra terra - evidenzia l'assessore al verde, Alessio Bartolomei - Inoltre, dietro a questo avviso c'è anche la volontà di sensibilizzare le persone a un'attenta cultura del territorio e dell'ambiente, passando per la riscoperta delle nostre tradizioni agricole. In questo senso, l'avviso pubblico è uno strumento strategico, che aiuta l'amministrazione a gestire e manutenere, in maniera costante e ottimale, una porzione di verde preziosa".

In ognuna delle 80 aree individuate si trovano da un minimo di una pianta fino a un massimo di 200. La concessione avrà la durata di tre anni e la raccolta delle olive avverrà a titolo gratuito. L'olio ricavato dovrà essere destinato al solo consumo familiare e non al commercio. Durante il periodo di assegnazione, chi avrà in consegna le piante dovrà provvedere a potatura e manutenzione, e alla pulizia da erbe infestanti. Qualora, durante il periodo di affidamento, dovessero verificarsi danneggiamenti, inadempimenti, ritardi o incurie, il Comune potrà estinguere l'accordo.

30/01/2019