Per la prima volta in mostra a San Gimignano la statua dell'Offerente

Sarà esposta nei musei civici l'eccezionale opera lunga 64 centimetri, scoperta nel 2010 sulle alture della Torraccia di Chiusi

A San Gimignano dove fu scoperta nel 2010 sarà esposta per la prima volta al pubblico, in occasione di una mostra ai Musei Civici di San Gimignano, l'Offerente, "eccezionale" statua in bronzo lunga 64 centimetri, risalente all'età etrusca, scoperta nel 2010 sulle alture della Torraccia di Chiusi, a pochi passi dal corso del torrente Fosci, lungo le propaggini collinari che scendono da San Gimignano verso la Valdelsa. 'Hinthial. L'Ombra di San Gimignano. L'Offerente e i reperti rituali etruschi e romani' il titolo dell'esposizione, in programma dall'1 dicembre al 31 maggio. 



Il ritrovamento avvenne durante la ristrutturazione di un edificio privato: la statua, che ritrae una figura maschile che indossa una toga e che fu rinvenuta in ottimo stato di conservazione, fu trovava sul fondo di uno scasso. Interrotti i lavori, a partire dal 2011 la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio di Siena, Grosseto e Arezzo diede l'avvio a una serie di indagini, seguite da una campagna di scavi che hanno fatto emergere un'area sacra etrusca all'aperto, in uso per almeno 500 anni, dal III secolo a.C. fino al II secolo d.C.

La statua risultava sepolta vicino ad un monolite in pietra squadrato che doveva fungere da altare e sul quale cui si compivano riti con offerte religiose alla divinità del luogo. Nelle vicinanze rivenute, anche, diverse monete, frammenti ceramici, unguentari integri e frammenti di laterizi.

a straordinarietà della scoperta è soprattutto il ritrovamento dell'Offerente, statua del tipo dei bronzetti allungati di età ellenistica, che richiama, visivamente, la celebre Ombra della Sera di Volterra. L'opera, al momento, è la più elegante e raffinata nel nucleo dei bronzi allungati finora attestati. 

Per informazioni:
http://www.sangimignanomusei.it/

 

29/11/2019