Salute/

Una ‘Movida si…cura’ in Toscana, ecco le tre regole base

In nove località costiere della Toscana ha inizio la campagna di prevenzione contro il coronavirus. Movida in sicurezza e test sierologici per tutti i giovani che ne faranno richiesta

“Movida si…cura” – campagna di prevenzione, promossa dall’assessorato regionale al diritto alla salute, nei luoghi di vita notturna, frequentati dai ragazzi – prende il via proprio oggi, sabato 25 luglio, in anteprima a Firenze.

Dal 31 luglio interesserà altre 9 località costiere della Toscana. L’iniziativa anti Covid prevede test sierologici per tutti i giovani che ne faranno richiesta su base volontaria. Chi dovesse risultare positivo al Covid-19, dovrà sottoporsi al tampone molecolare, contattando il numero verde della Regione 800.556.060, per verificare se l’infezione è in fase attiva. Sarà anche possibile effettuare alcool test, sempre su richiesta degli interessati.

Ma quali sono i soggetti coinvolti, i tempi e i luoghi della campagna di prevenzione? È presto detto: dal 25 luglio al 26 settembre 2020, tutti i venerdì e i sabato, dalle ore 22 alle 2 del mattino. La campagna viene avviata in anteprima soltanto a Firenze, in Piazza Santo Spirito.

Da fine luglio le località costiere coinvolte saranno nove. Ovvero nelle piazze e nei luoghi di vita notturna – oltre che di Firenze (Piazza Santo Spirito) il 25 luglio – di Castiglion della Pescaia (Piazza Garibaldi, angolo via della Fonte – via Palestro) il 31 luglio e poi Cecina (Piazza dei Tirreni), Follonica (passeggiata), Forte dei Marmi, Lido di Camaiore, Livorno (Terrazza Mascagni), Marina di Carrara, Marina di Pisa (Piazza Gorgona) e Viareggio. L’elenco è destinato a crescere.

Nei luoghi della campagna “Movida si…cura” saranno allestiti gazebo e posizionati mezzi mobili del volontariato sociale (Misericordie, Anpas, Croce Rossa italiana), cui rivolgersi per effettuare il test sierologico gratuito e avere tutte le informazioni necessarie. Qui saranno messi a disposizione dei ragazzi anche mascherine e gel. Oltre al volontariato sociale è prevista la presenza, su base volontaria, di personale infermieristico delle Asl.

Le tre regole base della “Movida si…cura” da ricordare sempre sono: indossare la mascherina, lavarsi le mani, mantenere la distanza di sicurezza.

I più popolari su intoscana