Basir Ahang, protagonista del film "Sembra mio figlio", ospite a Firenze

di Elisabetta Vagaggini

Il film di Costanza Quatriglio, che racconta delle violenze talebane sul popolo Hazara, sarà proiettato mercoledì 20 febbraio al cinema La Compagnia, in un evento di Lanterne Magiche

Sembra mio figlio è il titolo dell'ultimo film della regista Costanza Quatriglio, uscito nelle sale lo scorso 20 settembre, che sarà proposto ad una platea di studenti al cinema La Compagnia di Firenze, mercoledì 20 febbraio, nel corso di un evento del programma regionale Lanterne Magiche.  Il film propone ai giovani studenti una riflessione sui temi delle minoranza etniche, della tolleranza e dell'integrazione, sull'uso sconsiderato della violenza nelle relazioni tra diverse etnie, che porta inevitabilmente a conflitti sanguinosi.

Ad essere raccontata è la storia di Ismail e Hassan, due fratelli emigrati dall'Afghanistan in Italia e che hanno perso il contatto con la propria madre sin dalla tenera età. Ad Ismail sembra di riconoscere la madre in una donna pachistana, la quale però nega di essere la loro genitrice. L'uomo decide allora di recarsi in Pakistan per parlarle di persona.

Un film forte, sui sentimenti negati, sulle sofferenze legate alle migrazioni, alle difficoltà di stare al mondo quando si è nati in una terra martoriata dai conflitti etnici e religiosi. Il popolo Hazara è una piccola minoranza etnica che vive in Afghanistan e in Pakistan, che per i Talebani rappresenta esclusivamente un nemico da sterminare. La brutalità dei Talebani è stata mostrata al mondo dalle immagini dei telegiornali del 2001 che documentavano come questo sanguinoso gruppo di guerriglieri fosse capace di far saltare con la dinamite i monumentali Buddha di Bamyan, due enormi statue alte 55 e 33 metri scolpite nella pietra e dalla storia millenaria, situate a 230 chilometri da Kabul.

E attraverso il film Sembra mio figlio, lo spettatore rivive la vera storia di Basir Ahang, poeta, attore, giornalista, nato in una famiglia di etnia hazāra e poi costretto ad emigrare in Italia, fondatore del sito Hazarapeople che promuove la cultura hazara nel mondo, e che conosce bene, per esperienza personale, dove può arrivare la violenza talebana nel suo paese. Basir Ahang presenterà il film di Costanza Quatriglio in sala, mercoledì 20 febbraio a La Compagnia, nel corso di una matinée dedicata alle scuole. Le immagini sul grande schermo faranno riflettere i giovani spettatori sul pericolo dell'insorgere di nuove intolleranze e discriminazioni in qualsiasi parte del mondo, anche vicino a dove vivono, dando un contributo per la cultura della pace.

19/02/2019