Sergio Mattarella all'Istituto degli Innocenti: 'un'iniziativa di avanguardia'

Il Capo dello Stato ha partecipato alle celebrazioni per il Seicentenario dell'ente che si occupa della tutela e della promozione dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

"Questo straordinario complesso con il portico del Brunelleschi arricchisce la sostanza e il contenuto di quello che questo istituto continua a fare: un'iniziativa di "avanguardia sul piano sociale e di grande generosità, impersonata da Francesco Datini. Non stiamo ricordando una storia passata ma una storia dell'oggi proiettata verso il futuro". Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella intervenuto a Firenze per i 600 anni dell'Istituto degli Innocenti.

Il presidente arrivato a Firenze in mattinata, prima di tutto, ha voluto salutare i presenti, ma in particolare i bambini, compresi quelli del piccolo coro de Il Melograno che poco prima avevano cantato l'inno d'Italia, "che stanno sopportando" la cerimonia "con una pazienza e una tranquillità esemplare anche per molti adulti", ha detto. Poco prima, insieme alla presidente dell'Istituto degli Innocenti, il presidente ha visitato l'archivio storico e il museo, una visita breve, ma che è servita "per l'idea veloce ma chiara dell'attività dell'istituto e dell'archivio storico che raccoglie la storia concreta, bambino per bambino, qui accolti in 600 anni". Oggi "la sua attività si è adeguata alle esigenze che cambiano", ha concluso Mattarella e la sua storia "è proiettata verso il futuro: da Agata Smeralda, la prima piccola accolta qui, nulla proietta come i bambini verso il futuro: complimenti più intensi all'istituto".

"Sono davvero felice di essere qui, alla presenza del presidente della Repubblica, in occasione di questo anniversario tanto importante". Ha dichiarato il presidente della Regione Enrico Rossi, che ha ricordato la visita del capo dello Stato all'ospedale Meyer, lo scorso dicembre: "Siamo nel segno - ha affermato - della costante vicinanza e attenzione ai temi della cura e dell'infanzia". Il presidente della Regione ha poi sottolineato la funzione di educare e integrare i bambini "nella società, questa è stata l'idea che l'istituto ha portato avanti nel corso della sua storia". "L'istituto - ha continuato - oggi cerca di svolgere questo compito attraverso un'intensa e importante attività di ricerca e di monitoraggio, sui diversi fenomeni che riguardano i bambini e gli adolescenti, fornendo a tutti coloro che ne hanno bisogno strumenti per la conoscenza dei cambiamenti che riguardano le nuove generazioni, i loro bisogni e la tutela dei loro diritti". Secondo Rossi si tratta di una "realtà fondamentale per il supporto alle politiche regionali che, penso di poterlo dire con tranquillità, si caratterizzano grazie al contributo di tutti per essere particolarmente attive ed efficaci". In chiusura di intervento Rossi ha ricordato che "ben il 10% dei bambini che vivono in Italia" sono in "condizioni di povertà con le loro famiglie, un dato drammatico". Per questo, ha concluso rivolgendosi a Mattarella, "vogliamo continuare a sostenere questo istituto e andiamo orgogliosi della sua attività".

"Questo è un giorno di festa per Firenze" ha dichiarato il sindaco di Firenze, Dario Nardella, intervenendo alla celebrazioni per i 600 anni dell'istituto degli Innocenti. "L'istituto - ha detto - nasce per tutelare l'infanzia negata. L'atteggiamento che una società riserva all'infanzia indica il grado di civiltà e i valori che ne sono alla base: una società che non è in grado di proteggere i bambini non ha futuro o comunque è un futuro carico di incertezze". Per Nardella i "600 anni sono un lungo tratto di strada per la storia di una istituzione, una storia che ci impegna e ci obbliga a guardare al futuro grazie alla continuità di questa straordinaria esperienza di tutela dell'infanzia". Il sindaco ha definito l'istituto uno "dei luoghi del cuore" di Firenze, "nato nel cuore della città".

Mattarella successivamente si recherà all'aeroporto di Firenze per partecipare all'inaugurazione, intorno alle 12, della nuova linea della tramvia di Firenze che collega piazza della Stazione allo scalo di Peretola.

11/02/2019