Suvignano, un giorno di festa contro tutte le mafie

La tenuta simbolo della lotta alla mafia apre le porte per una domenica di condivisione. Testimonianze di Antonino De Masi e Federica Angeli, musica dei Modena City Ramblers

Siamo alla vigilia di uno dei giorni più attesi. Domenica 23 giugno, infatti, la Tenuta di Suvignano, nel senese, simbolo dei beni confiscati alle mafie e alla criminalità organizzata che da quest'anno è stata affidata in gestione alla Regione Toscana, apre per la prima volta i suoi cancelli. Chiunque potrà partecipare alla giornata di festa, per vivere un bene che è tornato finalmente di tutti. Sarà anche un momento di riflessione in cui si parlerà delle mafie. Un momento utile affinché, collegialmente, si possa contribuire alla costruzione di una più forte cultura della legalità.

Dopo una mattina di musica (con la street art band "BadaBimBumBad" a guidare come un pifferaio gli ospiti sui sentieri di una terra riconquistata), di teatro ("Straligut teatro") e di occasioni per picnic all'aperto con i prodotti agricoli a filiera corta del territorio, nel pomeriggio spazio alle parole, di lotta e di speranza, con l'incontro "Conoscere le mafie, costruire la legalità": parteciperanno Antonino De Masi (imprenditore calabrese che da anni vive sotto scorta per aver denunciato il racket) e la giornalista Federica Angeli (anch'essa sotto scorta dal 2013 per le sue inchieste sulla mafia romana). Con loro anche l'assessore regionale Vittorio Bugli e i sindaci Gabriele Berni (Monteroni d'Arbia) e Davide Ricci (Murlo). In chiusura concerto dei Modena City Ramblers.

Dalle 11 alle 19 sarà inoltre possibile acquistare e degustare prodotti freschi e confezionati dei produttori locali, fra cui “Il Borgo salumi”. Presenti anche prodotti di filiera corta, biodinamici e biologici delle aziende agricole della CIA (I Loghi, Coveri, il birrificio Saragiolino dellʼazienda agricola Crociani e La bottega della Spesa in Campagna) e di Coldiretti (Il Ciliegio). Per pranzare sono a disposizione gli stand delle associazioni di promozione locale "Le Masse" e "AMA Monteroni".

Nellʼarea stand saranno invece presenti Regione Toscana, con il Centro di documentazione "Cultura della Legalità Democratica”; Libera; Anci Toscana con i Comuni di Monteroni dʼArbia e di Murlo; Arci Toscana; Avis; Cgil; Coldiretti; Fondazione Caponnetto; Legambiente Siena; Misericordia; Pubblica Assistenza.

La Tenuta di Suvignano si trova nel Comune di Monteroni dʼArbia (Siena) al civico 34 di via Provinciale.

Info
www.regione.toscana.it/suvignano

21/06/2019