TRAMVIA DI FIRENZE, VIA LIBERA DEL CIPE AL PROGETTO DELLA LINEA 4

Tramvia di Firenze, via libera del Cipe al progetto della linea 4

Il sistema tranviario fiorentino finora realizzato e in esercizio ha uno sviluppo complessivo di circa 16,9 km con 40 fermate

Via libera del Cipe al progetto della linea 4 del sistema tranviario di Firenze, che collegherà la stazione Leopolda con Le Piagge. La nuova linea, che - come tutto il progetto tranvia - rientra tra le priorità del Priim, il Piano regionale della mobilità, aumenterà la capacità di servire aree a forte carattere produttivo e collegherà i più importanti centri urbani del sistema metropolitano. Contribuirà a migliorare il rendimento energetico complessivo del sistema della mobilità e ridurrà le emissioni di CO2 e di altre sostanze climalteranti.

La linea 4 "Leopolda – le Piagge" fa parte di un sistema intercomunale che collega il comune di Firenze con il comune di Campi Bisenzio interconnettendosi alla linea 1 in corrispondenza della stazione Leopolda-Porta al Prato. Dal punto di vista progettuale la linea 4.1 si sviluppa per circa 6,2 km dalla interconnessione con la Linea 1, fino alle Piagge in corrispondenza del Centro Commerciale Coop e della stazione ferroviaria Le Piagge.

Per circa 3448 m è in sovrapposizione della ex linea ferroviaria Empoli – Firenze e per circa 2712 m è in nuova sede (212 m di interconnessione con la linea 1 e 2500 m dall'Indiano alle Piagge in adiacenza al rilevato esistente). Il tempo di percorrenza previsto è di circa 16 minuti con una frequenza nell'ora di punta di circa 6 minuti. La frequentazione stimata è di oltre 4,5 milioni di passeggeri all'anno. Il costo complessivo dell'opera è di circa 166 milioni ed è tutto coperto da fondi nazionali.

Il sistema tranviario fiorentino finora realizzato e in esercizio ha uno sviluppo complessivo di circa 16,9 km con 40 fermate. Con la linea 2 in esercizio è presumibile un numero di passeggeri che supererà la stima di oltre 39 ml di passeggeri all'anno già prevista all'interno dello studio trasportistico, con oltre 14 ml di passeggeri che rinunceranno all'uso dell'auto. I benefici ambientali conseguenti sono stimati in un abbattimento della produzione di CO2 di oltre 12 mila tonnellate/annue.


05/04/2019