MUSEI DI LUCCA VERSO IL BIGLIETTO UNICO, ACCORDO COL MIBAC

Lucca, accordo triennale col Ministero per la valorizzazione dei musei nazionali

La città di Lucca sta per sottoscrivere un accordo triennale col Ministero per la valorizzazione dei musei nazionali, incentivando il turismo

Un accordo triennale, da sottoscrivere col Mibac, per la valorizzazione dei musei nazionali di Palazzo Mansi e Villa Guinigi a Lucca e di altri luoghi della cultura lucchese. Lo ha approvato la Giunta comunale di Lucca.

L'accordo punta a creare una "visione strategica comune e coordinata" attivata tramite la costruzione di reti, la condivisione della programmazione culturale e della promozione, il reperimento di risorse finanziarie comuni.

"Questo accordo costituisce la piattaforma grazie alla quale andremo a discutere di alcuni punti fondamentali per il sistema museale e turistico lucchese - spiega l'assessore al turismo e alla cultura, Stefano Ragghianti - in primo luogo l'apertura dei due musei nazionali di Lucca in modo coordinato rispetto alla stagione turistica e agli altri eventi che conducono a Lucca migliaia di visitatori".

Per Ragghianti, "il Comune di Lucca, come già sperimentato per il Desco 2018, assieme alla direzione dei musei, intende dare vita a eventi culturali tematici e a visite guidate in grado di mettere in rete, valorizzare e accrescere l'offerta culturale della città e far conoscere sia ai cittadini che ai visitatori i grandi tesori conservati nelle due istituzioni museali cittadine. Un intervento con cui vogliamo incentivare una fruizione lenta dei nostri beni culturali per contrastare il 'mordi e fuggi' che caratterizza il turismo contemporaneo". Altro obiettivo, "l'elaborazione di un biglietto cumulativo personalizzato, che possa essere acquistato da remoto dai visitatori che costruiranno il proprio itinerario nell'ambito del territorio lucchese".

04/01/2019