Nuovo governo, Ciuoffo soddisfatto: 'Sbloccati fondi per la Toscana'

L'assessore regionale commenta i primi mesi di attività del Governo. 'Nuova attenzione nei confronti del turismo'

'Una nuova attenzione nei confronti del turismo' - così l'assessore regionale toscano Stefano Ciuoffo ha commentato i primi mesi di lavoro del nuovo Governo, ringraziando in particolar modo il ministro Dario Franceschini e il sottosegretario Lorenza Bonaccorsi per 'non aver fatto risentire al settore i ritardi o le problematiche dovute al ritorno di questa delega sotto ai Beni Culturali'. Sono anzi tangibili - ha aggiunto -  i frutti di questo lavoro, come lo sblocco di progetti e fondi che erano fermi da due anni'.

'Tra le questioni risolte cui siamo particolarmente interessati come Toscana - chiarisce l'assessore - c’è lo sblocco dei fondi Cipe per i cammini religiosi e la via Francigena, per complessivi 40 milioni di euro che saranno destinati a 11 regioni coinvolte per la Francigena, e a 5 per i cammini religiosi che per la nostra Regione corrispondono a circa 6,4 milioni di euro per la Via Francigena, I Cammini di Francesco, e il tratto toscano di collegamento alla Lauretana. Risorse che andranno a finanziare gli interventi di adeguamento e messa in sicurezza dei tracciati che erano attesi da tempo dai vari territori per potenziare un turismo sostenibile”. La cifra esatta destinata alla Francigena è di 4,15 milioni di euro, mentre 2 milioni andranno alle tre vie di Francesco, e 300.000 euro al collegamento con la via Lauretana da Siena verso l'Umbria'.

“Il sottosegretario Bonaccorsi – sottolinea Ciuoffo – ha anche annunciato lo sblocco dei 50 milioni di euro stanziati nel 2018 dal ‘Piano per il turismo’ appositamente dedicati a progetti dei Comuni italiani, ma rimasti fermi tra cambi di governo e passaggi di competenze. Importante anche la norma prevista nella Legge di Stabilità, che prevede che il ‘bonus facciate’ sia accessibile anche dalle strutture alberghiere: gli hotel che ristruttureranno le proprie facciate potranno quindi godere di una detrazione fiscale del 90%. Il tema del sostegno alla riqualificazione delle strutture ricettive lo sostengo da tempo e quindi non posso che essere soddisfatto - ha chiosato - anche perché questo permette di rimettere in moto il settore dell’edilizia che è in profonda difficoltà”.

31/12/2019