Vivai green: Pistoia, piante ornamentali 'glifosate zero'

A realizzare l'iniziativa una delle aziende leader del settore, la Vannucci Piante. Ha partecipato al progetto sperimentale anche l'Università di Firenze 

Pistoia, leader nel settore del vivaismo, punta ad essere anche modello precursore per una produzione sempre più attenta all'ambiente. E' proprio qui infatti che è nato il primo vivaio per la produzione di piante ornamentali 'glifosate zero'.

Il parco vivaio della Vannucci Piante, tra le storiche aziende del settore, si trova nella valle dell'Ombrone Pistoiese, ha un'estensione di circa 3 ettari ed è un esempio di sostenibilità. I contenitori per le piante sono in plastica riciclata, i pali sono di castagno e non di ferro, nessun diserbante ad azione disseccante o residuale è utilizzato. Anche il sistema di irrigazione è innovativo e permette di dosare lo stretto necessario di acqua, che viene recuperata e riutilizzata fino al 90%.

"In questo vivaio che abbiamo improntato da circa due anni - spiega Vannino Vannucci, titolare della Vannucci Piante - gli investimenti e tutte le azioni sono state finalizzate al raggiungimento di una produzione a glifosate zero. A Pistoia ci sono migliaia di ettari coltivati a piante ornamentali e ci vorranno investimenti importanti per riconvertire le vecchie coltivazioni in vaso e i vecchi vivai con questo nuovo sistema. I primi risultati sono comunque incoraggianti"

Per ottenere gli stessi risultati avuti con l'utilizzo dei diserbanti, ma senza gli effetti nocivi per la salute e per l'ambiente, sono stati apposti sul terreno dei manti anti alghe e drenanti, per poi intervenire nella vasetteria dove è stata applicata una pacciamatura a scaglie di legname, che proviene dalla montagna pistoiese e che permette, attraverso un processo di essiccazione accelerata, di non fare germinare le erbe infestanti, che altrimenti dovrebbero essere eliminate dai vasi attraverso l'uso del diserbante e nel caso specifico del glifosate.

 

28/11/2019