Attualità/

Firenze, il nuovo stadio Franchi pronto nel 2026: più parcheggi e attività commerciali

Lavori al via entro il 2023, poi l’apertura al pubblico quando sarà attivo anche il nuovo tratto della tramvia. Previsti 14mila metri quadrati di attività economiche e servizi

nuovo stadio franchi firenze – rendering

Entro il 2023 i cantieri e per il 2026, con l’entrata in funzione della tramvia in quel tratto, Firenze avrà il suo nuovo stadio Franchi. Il progetto di fattibilità tecnico-economica è stato illustrato dal sindaco Dario Nardella, dell’architetto David Hirsch (studio Arup) e di Lorenzo Santoni, responsabile sport advisory dell’Istituto per il Credito Sportivo.

“È un progetto all’avanguardia – ha affermato Nardella – con uno stadio moderno, che mantiene la struttura storica ma allo stesso tempo ospita spazi nuovi: sono più che raddoppiati gli sky box, la qualità della visibilità dagli spalti è ovunque ottimale”. Ci saranno 14mila metri quadrati di attività economiche e servizi e un parcheggio sotterraneo per oltre 14mila metri quadrati. Previsto anche il parcheggio multipiano da 3mila posti nell’area di Campo di Marte e la linea della tramvia, cosiddetta “viola”, che fra quattro anni collegherà lo stadio con piazza della Libertà e Rovezzano.

“Lo stadio sarà anche un gioiello all’avanguardia dal punto di vista ecologico – ha proseguito il sindaco – sarà una struttura a emissioni zero e, grazie ai pannelli fotovoltaici sulla copertura, diventerà una centrale di produzione di energia pulita. Avremo anche più spazi verdi in tutta l’area. Siamo convinti – ha concluso Nardella – che lo stadio avrà una capacità di attrazione molto elevata: sarà un luogo da vivere tutti i giorni, tutto l’anno, per eventi sportivi ma anche culturali”.

Il cronoprogramma: lavori al via entro il prossimo anno

Entro l’8 luglio arriveranno i pareri preliminari della conferenza dei servizi. Per le autorizzazioni di competenza del Ministero della Cultura, in particolare il rispetto del “decreto sui vincoli”, è confermata la competenza della Sovrintendenza speciale. La documentazione relativa alla Vas-Valutazione ambientale strategica sarà consegnata a giugno, come la documentazione per la Via-Valutazione di impatto ambientale, necessaria per la realizzazione dell’ampliamento del parcheggio interno allo stadio: il procedimento potrà concludersi così entro novembre.

A gennaio 2023 è prevista la consegna del progetto definitivo, con l’obiettivo di chiudere entro marzo la conferenza dei servizi. Entro luglio 2023 è previsto l’appalto integrato per l’aggiudicazione dei lavori e la progettazione esecutiva, al massimo dicembre 2023. Nel frattempo è stato già avviato il tavolo tecnico con Acf Fiorentina: al club viola è stato trasmesso tutto il progetto, che sarà esaminato nei dettagli in successivi incontri in modo da valutare insieme alla società le tempistiche dei lavori.

Entro pochi giorni verrà poi presentato il progetto di fattibilità tecnico-economica della parte relativa al quartiere di Campo di Marte. “Con questa documentazione – ha annunciato il sindaco – nella seconda metà di giugno, apriremo un confronto con i residenti.

I più popolari su intoscana