Viaggi/

Geotermia: in Maremma apre Mubia, il geomuseo delle Biancane

A Monterotondo Marittimo sabato 30 marzo sarà inaugurata la nuova struttura museale collegata al Parco nazionale delle Biancane

Sabato 30 marzo, alle ore 15.30, aprirà i battenti Mubia, il geomuseo delle Biancane, nel comune di Monterotondo Marittimo. Alla festa d’inaugurazione interverrà Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana. Oltre alla struttura museale, sarà possibile visitare il Parco nazionale delle Biancane. Al mattino, al teatro comunale, si terrà un incontro pubblico nel corso del quale il progetto ‘Mubia’ sarà spiegato alle scuole.

Il geomuseo delle Biancane è allestito nell’ex Centrale dei Lagoni Boraciferi dove una geonave, un gigante globo scuro di oltre dieci metri di diametro, addossato alle pareti di fondo dell’edificio, ‘trasporta’ fino a 25 persone per volta, alla scoperta delle viscere della terra, attraverso un viaggio multimediale e immersivo fatto di proiezioni su grandi schermi.

“Mubia è una grande operazione culturale – afferma Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo Marittimo – di valore non solo per il nostro territorio ma a livello nazionale. In anni in cui si parla di tagli alla cultura, Monterotondo Marittimo investe nella nascita di un nuovo museo, credendo nell’importanza della divulgazione scientifica, anche utilizzando le più innovative tecnologie, come la realtà immersiva.“.

Il parco delle Biancane – che è Parco nazionale e Geoparco Unesco – richiama a Monterotondo Marittimo una media di 17mila visitatori all’anno, interessati alla meraviglia delle manifestazioni geotermiche e il ‘Mubia’ completerà la conoscenza dei fenomeni geotermici svelando le cause sotterranee che determinano la geodiversità di questo luogo così speciale e unico.

Topics:

I più popolari su intoscana