Attualità/

Scuola: a Campi Bisenzio nascerà un nuovo polo per 900 alunni

Il complesso sarà costruito nell’area posta in via del Giglio a Campi Bisenzio e sarà dotato di laboratori tecnologicamente avanzati, specializzati in particolare per il settore della meccanica

Giovani studenti lavorano insieme in un parco davanti al computer - © ESB Professional

È stato firmato stamani in Palazzo Medici Riccardi, a Firenze, il protocollo d’intesa per un nuovo polo scolastico per la Piana.

Il complesso sarà costruito (ancora non definite le date di realizzazione) nell’area posta in via del Giglio a Campi Bisenzio (Firenze), ospiterà 900 studenti – 300 degli indirizzi liceali e 600 di tecnico-professionale e sarà dotato di laboratori tecnologicamente avanzati, specializzati in particolare per il settore della meccanica.

L’accordo è stato siglato, tra gli altri, dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, dal sindaco metropolitano Dario Nardella, dal direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Toscana Ernesto Pellecchia, dal sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi.

L’ambito territoriale di riferimento per la valutazione dell’utenza potenziale del nuovo polo scolastico, è stato spiegato, è rappresentato dai Comuni di Calenzano, Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Scandicci, Sesto Fiorentino, Signa.

“Questo è il secondo passaggio – ha detto il presidente Eugenio Giani – di una riorganizzazione nella Piana fiorentina di quello che deve essere l’offerta che facciamo per le scuole. Campi Bisenzio deve avere una nuova sede, ecco dunque questo protocollo d’intesa. Da un lato ci sarà l’inaugurazione del liceo Agnoletti come primo passo, dall’altro come seconda mossa nascerà il Polo a Campi”.

“Il ministro Cingolani – ha aggiunto Nardella – diceva che la scuola italiana studia quattro volte le guerre puniche ma studia poco la tecnologia e l’innovazione. Credo che questo nuovo polo rappresenti una risposta. Ricordo che per il prossimo triennio abbiamo previsto 150 milioni di euro di investimenti, una cifra mai realizzata prima d’ora, tutta concentrata sull’edilizia scolastica e sulla realizzazione di nuovi plessi. A tal proposito il cantiere dell’istituto Agnoletti sta andando bene, tra gennaio e febbraio finiremo i lavori: ho già sentito il ministro Bianchi per l’inaugurazione che sarà insieme a Regione e Comune di Sesto”.

I più popolari su intoscana