Attualità/

Trasporto scolastico al via con corse aggiuntive e 233 autobus in più

La Regione Toscana stanzia 3 milioni di euro per garantire il trasporto scolastico. Tutte le corse necessarie per le scuole e gli studenti saranno così effettuate grazie all’utilizzo di bus turistici e Ncc. Riparte la programmazione completa di Trenitalia e aumentano i posti in tramvia

È arrivata la conferma dalla Regione Toscana: tutte le corse aggiuntive necessarie per garantire il trasporto scolastico saranno effettuate. Questo grazie ai 3 milioni di euro stanziati a inizio settembre dalla giunta regionale per potenziare il trasporto scolastico. Le corse aggiuntive, richieste dopo la ricognizione effettuata dalle Province, saranno effettuate e garantite con bus turistici e Ncc in Toscana. Alla normale flotta di bus delle aziende di trasporto pubblico locale si vanno ad aggiungere ben 233 mezzi privati, di cui 228 su tratte extraurbane e 5 su tratte urbane.

I servizi aggiuntivi serviranno per coprire le esigenze di corse bis sulle tratte più richieste per portare gli studenti a scuola evitando sovraffollamenti e rispettando il limite di capienza all’80% come stabilito dal Dpcm del 7 settembre e dall’ordinanza del presidente della Regione Toscana che lo ha recepito. La Regione e le Province effettueranno un monitoraggio settimanale della situazione, con eventuali rimodulazioni dei servizi in base alla domanda.

I servizi aggiuntivi di Tiemme

Con il 14 settembre inizia una nuova fase, con numeri e organizzazioni diversi rispetto al passato per quanto riguarda i servizi scolastici urbani ed extraurbani svolti da Tiemme nel territorio di propria competenza (Arezzo, Siena, Grosseto e Piombino). Da lunedì saranno in vigore i nuovi orari scolastici, consultabili dalla giornata di oggi (11 settembre) sul sito web dell’azienda. A fianco dei servizi ordinari saranno previsti dei potenziamenti, a seconda delle zone, calibrati in base al fabbisogno di mezzi necessari per rispettare la capienza massima di bordo, fissata all’80%. Per fare questo, Tiemme ha aggiunto alla propria flotta 39 bus così distribuiti: 16 per l’area di Siena, 10 per Grosseto, 8 per Arezzo e 5 per Piombino. Questi numeri potranno cambiare in seguito all’aggiornamento delle esigenze che potranno evidenziarsi dopo i primi giorni di scuola e agli effettivi numeri degli studenti presenti a bordo.

100 autobus in più per CTT Nord

Anche CTT Nord, azienda che opera nei bacini di Livorno, Pisa, Lucca, Massa Carrara, è pronta per l’inizio del nuovo anno scolastico e lo fa lanciando la campagna “Ripartiamo insieme” che vuole informare tutti i viaggiatori sulle azioni messe in campo e sensibilizzare sulle buone norme per l’utilizzo in sicurezza del servizio di trasporto. La riduzione del 20% dei posti offerti sarà compensata dall’aumento delle corse negli orari di punta di ingresso ed uscita delle scuole, con l’impiego di 100 autobus da turismo aggiuntivi, nei bacini in cui CTT opera, utilizzabili con il medesimo titolo di viaggio. In questo modo, la capacità di trasporto messa in campo garantirà il rispetto delle linee guida di sicurezza previste.

Il servizio scolastico di Cap Autolinee

Sono 20 gli autobus da turismo aggiuntivi che Cap Autolinee andrà ad utilizzare per garantire le corse scolastiche. Su questi bus si potrà salire con lo stesso titolo di viaggio e si potranno utilizzare solo i posti a sedere. L’azienda monitorerà costantemente questi servizi in modo da poter intervenire in maniera rapida e flessibile sulle linee che evidenziassero criticità. Tutti i nuovi orari sono già disponibili e consultabili sulla app Teseo e sul sito web dell’azienda di trasporto.

Più passeggeri a bordo della Tramvia

Con le nuove disposizioni, salgono a 215 i passeggeri che possono salire a bordo della Tramvia di Firenze per ogni singola corsa. Il servizio continuerà a pieno regime, impiegando tutto il personale e tutti i tram a disposizione, con oltre 900 corse ogni giorno, una corsa ogni 4-5 minuti. Tutti i giorni dalle 5.00 alle 00.30, sia sulla linea T1 che sulla linea T2.

Con l’aumento della capienza massima, che consente la presenza di 4 persone per ogni mq superando le precedenti direttive sul distanziamento, il comportamento e il rispetto delle regole da parte dei passeggeri diventa ancor più necessario e indispensabile. Ognuno di noi dovrà fare la propria parte rispettando il distanziamento e indossando la mascherina. GEST, da parte sua e seguendo le disposizioni, continuerà a sanificare i mezzi tutte le notti, sui tram e in fermata evidenzierà segnaletica, avvisi e indicazioni sulle regole e sull’utilizzo corretto della tramvia. Su ogni tram ci saranno i dispenser con il gel per sanificare le mani.

La programmazione di Trenitalia

Per quanto riguarda il trasporto pubblico su ferro, invece, si torna alla programmazione precedente all’emergenza Covid-19. Solo sulla tratta Cecina-Saline resterà il servizio effettuato con bus e una navetta regionale garantirà il collegamento per il Polo scolastico di Cecina. Per favorire il distanziamento alcuni dei treni più utilizzati, come i Vivalto, sono stati potenziati nella composizione e portati a 7 vagoni. Per fronteggiare eventuali situazioni critiche ed imprevisti, 3 treni di scorta saranno a disposizione in stazioni strategiche per corse aggiuntive da attivare in tempo reale. Sono stati inoltre previsti bus di scorta, dislocati in varie stazioni. In questo caso la capienza autorizzata sui treni equivale a tutti i posti a sedere con l’aggiunta di pochi posti in piedi.

Avanti le richieste di rimborso

Ricordiamo inoltre che fino al 15 ottobre, studenti e lavoratori possono richiedere il prolungamento della validità dell’abbonamento inutilizzato nel periodo del lockdown, o in alternativa il rilascio di voucher di pari valore. La procedura è già attiva sui siti web delle aziende di trasporto pubblico locale ed è possibile richiedere il ristoro degli abbonamenti regionali e degli abbonamenti integrati Pegaso e Unico Metropolitano.

I più popolari su intoscana