10 milioni di mascherine per tutti i toscani. Rossi: Presto obbligatorie fuori casa

Il presidente della Regione annuncia: i Comuni le distribuiranno a tutti gratis e saranno obbligatorie solo una volta consegnate. In arrivo anche 200mila kit sierologici per estendere lo screening della popolazione. 

Dieci milioni di mascherine in arrivo per i cittadini toscani e 200mila kit sierologici per estendere ulteriormente lo screening della popolazione. Lo ha annunciato ieri il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. "In Toscana abbiamo deciso di realizzare una campagna di prevenzione primaria - sottolinea Rossi - consegnando 10 milioni di mascherine FFp1, testate come idonee dall'Università di Firenze ed equivalenti a quelle chirurgiche, a tutti i lavoratori e i cittadini toscani tramite i Comuni. Ho parlato con il presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni che si è detto d'accordo con l'iniziativa. Le mascherine saranno distribuite ai Comuni in base alla popolazione e al numero dei contagiati rilevati in ogni provincia. La distribuzione avverrà a discrezione dei sindaci, tenendo conto dei servizi essenziali e delle categorie che sono al lavoro". "Ovviamente - aggiunge - continuerà parallelamente la distribuzione di questi dispositivi agli ospedali e ai servizi del territorio che consiste stabilmente in 400mila pezzi al giorno". 

La notte scorsa a Firenze, dall'aeroporto di Pisa, è arrivato il primo contingente dei 10 milioni di mascherine proveniente dalla Cina. Il carico è stato stoccato a Calenzano, nei magazzini della Protezione civile della Città Metropolitana.
Questa mattina poi in un messaggio su Facebook Rossi ha annunciato che emanerà un'ordinanza che renderà l'uso delle mascherine fuori casa obbligatorio in Toscana, ma solo quando tutti i cittadini le avranno ricevute gratuitamente. 

Il carico di 10 milioni di mascherine arrivato in Toscana
Il carico di 10 milioni di mascherine arrivato in Toscana

"Abbiamo deciso di distribuire tramite i comuni 10 milioni di mascherine gratuitamente ai cittadini della Toscana. Si tratta quasi di tre mascherine a testa - spiega Rossi sulla sua pagina Facebook - le mascherine verrano date ai Comuni della Toscana e chiederemo loro che siano consegnate quanto più possibile casa per casa, anche avvalendosi dei volontari che sono straordinari, sempre e in questo periodo ancora di più. Leggo sui giornali che sono ripresi troppi comportamenti sbagliati da parte dei cittadini e che ci sono troppi assembramenti. Per questo oggi stesso voglio fare un’ordinanza che rende obbligatorio l’uso della mascherina all’esterno delle abitazioni.
La mia intenzione è che l’ordinanza diventi esecutiva comune per comune a partire dalla data nella quale il comune stesso ci comunicherà di avere effettuato la consegna a domicilio. Questa iniziativa vuole anche colpire l’odiosa speculazione che in certi casi sulle mascherine si è registrata anche in Toscana."

Il presidente Rossi ha infine precisato che ieri la Regione è stata rifornita di altri 200mila kit sierologici: “Effettueremo su questi kit le necessarie analisi – ha detto – e una volta verificata l’efficacia li useremo per estendere ulteriormente lo screening della popolazione già avviato come previsto dall’ordinanza di ieri, con la quale abbiamo programmato 140mila test nell’ambito dei servizi essenziali sociali e sanitari nell’ordine di priorità legato alla maggiore esposizione al rischio di contagio”.

05/04/2020