La ricerca va in scena: la Toscana più innovativa protagonista a Firenze

Martedì 3 dicembre al Cinema della Compagnia l'evento della Regione dedicato al mondo della ricerca e alle ragioni dell'investimento pubblico nel settore: ospite anche il ministro Lorenzo Fioramonti e riconoscimento alla carriera per gli scienziati Leonardo Masotti e Rino Rappuoli

Approfondire le ragioni e i benefici dell’investimento pubblico in ricerca e attivare un confronto a più voci tra rappresentanti di istituzioni di ricerca – regionali, nazionali ed europei – e giovani ricercatori che illustreranno esempi e prototipi di progetti innovativi realizzati grazie ai finanziamenti pubblici. È questo l’obiettivo de “La Ricerca va in Scena: le ragioni dell’investimento pubblico in R&S”, l’evento organizzato dalla Regione Toscana che si terrà martedì 3 dicembre al Cinema della Compagnia di Firenze. Filo conduttore dei lavori sarà la discussione sul valore della conoscenza e sul ruolo della ricerca per la sostenibilità dei territori.

Ad aprire la giornata alle ore 10 il saluto in video della virologa Ilaria Capua, direttrice dell’One Health Center of Excellence dell’Università della Florida, seguito dall’intervento della vicepresidente della Regione Monica Barni. Seguirà un confronto sul valore della conoscenza nella società contemporanea e quindi le ragioni dell’investimento pubblico in ricerca, a cui interverranno Giovanni De Santi, direttore Sustainable Resources della Commissione Europea, Rino Rappuoli, direttore scientifico della GSK Vaccini di Siena e Daniele Livon, direttore dell’ANVUR (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca).
Alle 10.45 focus sul progetto Toscana Open Research e sugli strumenti a supporto della governance pubblica, con Paula Adam, Dìdirettore delle politiche di ricerca dell’Agenzia per la qualità e la valutazione della salute della Catalogna e Roberto Ferrari, direttore Cultura e Ricerca Regione Toscana.

Seguirà uno spazio dedicato al valore della ricerca culturale introdotto dallo storico dell’arte Tomaso Montanari, a cui partecipano Natalia Cangi, direttrice dell’Archivio dei diari di Pieve Santo Stefano, Alberto Del Bimbo, professore dell’Università di Firenze ed Erminia Sciacchitano, Policy Officer della Commissione Europea.

Ospite dell’evento anche il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Lorenzo Fioramonti, che alle ore 12 parteciperà insieme al presidente della Regione Enrico Rossi e alla vicepresidente Monica Barni a una tavola rotonda dedicata alle politiche integrate, insieme ai rettori delle università toscane.

I lavori della mattina si concludono alle 13 con la consegna di un riconoscimento alla carriera scientifica a Leonardo Masotti e Rino Rappuoli, mentre nel pomeriggio alle 14.30 i protagonisti saranno i giovani ricercatori dei progetti finanziati dalla Regione grazie al bando FAR FAS, che racconteranno la loro esperienza.
La giornata si chiude con una cine-maratona a ingresso gratuito a partire dalle ore 16, con la proiezione di documentari e film incentrati sui temi dell’evento.

Qui il programma completo e il form per iscriversi all’evento: www.regione.toscana.it

ricerca-scena

19/11/2019