Attualità/

Un Capodanno in zona rossa: ecco come festeggiare San Silvestro

Italia di nuovo in zona rossa fino al 3 gennaio. Consentite le visite a parenti e amici e gli spostamenti nelle seconde case ma attenzione al coprifuoco. La musica? I concerti di Capodanno risuonano online

Capodanno a Firenze - © Martina Badini

A Capodanno la Toscana torna in zona rossa: dal 31 dicembre al 3 gennaio aumentano di nuovo le restrizioni nel Paese. La zona rossa poi tornerà il 5 e il 6 gennaio 2021 con una “pausa” arancione il 4 gennaio, per sole 24 ore.

Non si tratta dell’ultimo “cambio colore delle festività” ma sicuramente quello più attenzionato.

Siamo alla vigilia di un Capodanno particolare, dove la voglia di spensieratezza si scontra con la responsabilità cui siamo tenuti, soprattutto in vista di una serata, quella del domani, notoriamente dedicata a brindisi e festeggiamenti.

Capodanno in rosso: le regole

Poche le possibilità di sgarrare, anche la notte del 31 resterà in vigore il coprifuoco dalle 22 e sarà esteso fino alle 7 proprio per l’occasione. Chiusi negozi, centri estetici, bar e ristoranti (consentito l’asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio, senza alcuna restrizione); resteranno aperti supermercati, negozi di beni alimentari e di prima necessità, farmacie e parafarmacie, edicole, tabaccherie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Consentiti gli spostamenti per motivi di lavoro, salute e necessità.

Anche nei prossimi giorni saranno consentite le visite all’interno della regione a parenti e amici, ma solo una volta al giorno e non in più di due persone a volta, non rientrano nel limite di due persone i ragazzi under 14, le persone disabili e non autosufficienti.

Chi ha una seconda casa in Toscana potrà raggiungerla anche in zona rossa nei limiti delle misure previste e nell’arco temporale non soggetto a coprifuoco. A tal proposito, sul sito del Governo le Faq sono molto chiare anche per evitare di dar spago ad escamotage per arginare le regole la notte del 31. Ad esempio una coppia che deciderà di andare a far visita ad un’altra coppia di amici domani sera non potrà trattenersi oltre le 22 puntando sull’attenuante del rientro al domicilio/residenza o abitazione che sia.

Se si va a casa di parenti o amici, nel rispetto dei limiti e degli orari previsti dalla normativa, si deve comunque rispettare il cosiddetto “coprifuoco”? O si può rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione in qualsiasi momento?

Il rientro a casa dopo essere andati a trovare amici o parenti deve sempre avvenire tra le 5.00 e le 22.00 (il 1° gennaio 2021 tra le 7.00 e le 22.00), sia nei giorni “rossi” che in quelli “arancioni”. I motivi che giustificano gli spostamenti tra le 22.00 e le 5.00 restano esclusivamente quelli di lavoro, necessità o salute. I motivi che giustificano gli spostamenti tra le 22.00 e le 5.00 restano esclusivamente quelli di lavoro, necessità o salute

Cosa si potrà fare a Capodanno e il 1°gennaio 2021?

Come detto ci si potrà recare nelle seconde case se si trovano in Toscana e anche se intestate a più comproprietari, di un solo nucleo familiare convivente.

Sarà possibile far visita a parenti nei limiti della deroga prevista per le visite. E si potrà portare un sorriso ai familiari che si trovano ricoverati. I pazienti ricoverati in ospedali, case di cura e residenze sanitarie assistenziali potranno, infatti, ricevere visite da parte dei loro familiari, nel rispetto delle norme anti Covid. Una possibilità prevista nella delibera approvata dalla Giunta regionale toscana su proposta degli assessori Simone Bezzini (sanità) e Serena Spinelli (sociale) per portare un po’ di sollievo ai malati gravi.

Tra le cose che sarà necessario fare sicuramente ricordarsi di portare sempre con se l’autocertificazione. [Scarica qui il modello per l’autocertificazione].

Il concerto va online

Venendo allo svago sono molti gli eventi online che potranno allietare queste giornate di festa. Venerdì 1 gennaio alle ore 12 sarà trasmesso in streaming il Concerto di Capodanno con cui la Città di Viareggio e la Fondazione Festival Pucciniano tradizionalmente salutano l’arrivo del 2021. Online anche il concerto della Camerata Strumentale “Città di Prato”. Arezzo ha invece organizzato un flash mob molto particolare, un “flash mob che scalda il cuore”: allo scoccare della mezzanotte saranno lanciate nel cielo LE lanterne dei desideri che i cittadini hanno acquistato in questi giorni ad un prezzo simbolico e per beneficenza. Ogni partecipante lo farà dalla propria abitazione, nel pieno rispetto delle restrizioni attualmente in vigore.

Anche Firenze non rinuncia ai festeggiamenti e lo fa con “Futura” in omaggio alla famosa canzone di Lucio Dalla e come messaggio di speranza dopo la pandemia, ed è un’iniziativa organizzata dal Comune di Firenze e dall’associazione MUS.E con il supporto di Toscana Energia. Nelle sale più suggestive del museo di Palazzo Vecchio si alterneranno i cantautori Daniele Silvestri, Ghemon ed Erica Mou, mentre la violoncellista Naomi Berrill suonerà accompagnando i passi di danza di Jennifer Rosati, ballerina e protagonista dell’Opus Ballet, fondata dieci anni fa da Rosanna Brocanello che ne è tuttora la direttrice artistica. Durante la serata è prevista anche la presenza dell’attore Maurizio Lombardi, nei panni del mago che ci guiderà per tutta la serata. L’evento potrà essere seguito online sul canale YouTube della Città di Firenze e sul digitale terrestre.

Anche la scuola di Musica di Fiesole, che ha dovuto rinunciare dopo 37 anni al suo appuntamento di Capodanno, ha deciso di non mancare l’appuntamento con la musica. Alle 11.30 del primo gennaio, infatti, i giovani archi dell’Orchestra Galilei eseguiranno l’Elegia dalla Serenata per archi in do maggiore op. 48 di Pëtr Il’ič Čajkovskij, con la direzione di Edoardo Rosadini. L’esecuzione potrà essere seguita in diretta anche sulla pagina Facebook di Regione Toscana, oltre che sulla pagina Facebook e sul canale Youtube della Scuola e sulle pagine Facebook dei comuni di Firenze e Fiesole, della Fondazione CR Firenze, del Maggio Musicale Fiorentino e di Rete Toscana Classica.

I più popolari su intoscana