Ramin Bahrami

Fondatore e presidente del Gruppo JS Bach Facebook

Ramin Bahrami (Teheran, 1976) è un pianista iraniano. Nato in Iran da una famiglia benestante (il padre, Paviz, era ingegnere), rimase folgorato dalla musica di J.S. Bach fin da giovane. Con l'avvento del regime degli Ayatollah a seguito della Rivoluzione iraniana, Paviz fu incarcerato, con l'accusa di essere oppositore del regime e di aver collaborato con lo Scià, e poi ucciso nel 1991.

Ramin fu costretto a emigrare in Europa a 11 anni. L'intenzione era quella di recarsi in Germania, ma il primo paese che lo accolse fu l'Italia, grazie ad una borsa di studio donatagli dall'Italimpianti in seguito all'intervento dell'ambasciata italiana a Teheran.

Sembra che uno dei consigli dispensati del padre al figlio Ramin fosse: frequenta «Bach, perché la sua musica ti potrà aiutare molto».

Nel 1997 si diplomò brillantemente sotto la guida di Piero Rattalino presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, perfezionandosi poi con Danilo Lorenzini e all'Accademia Pianistica "Incontri col Maestro" di Imola.

Grande importanza hanno avuto nella sua formazione i seminari di interpreti come András Schiff, Robert Levin, Wolfgang Bloser alla Hochschule für Musik di Stoccarda e soprattutto l'incontro con Rosalyn Tureck, vera autorità in campo bachiano e sua mentore, morta nel 2003.

Oggi vive a Stoccarda ed è considerato uno dei più promettenti interpreti del repertorio bachiano. Di Bach dice:
« Bach assomiglia al mondo che immagino ancora possibile. È un compositore tedesco, ma si innamora del ritmo siciliano, dove sono presenti influssi arabi; assimila le emozioni e le forme più diverse della musica del suo tempo, senza distruggerle. La Ciaccona è una danza che nasce nel Centro-America! Unisce il rigore e la fantasia, ascolta, restituisce, restando se stesso; collega, non separa. Ha la mente e il cuore aperti: magari la sua musica potesse parlare ai politici! »

Discografia
Ramin Bahrami plays Bach, 1998 (AUR 400-2)
Ramin Bahrami live in Catania, 1998 (AUR 401-2)
Ramin Bahrami plays Bach, Partitas Nos. 1,3,6 (AUR 405-2)
Johann Sebastian Bach, The Goldberg Variations BWV 988, 2004 (Decca 476 282-0)
Johann Sebastian Bach, The Complete Partitas BWV 825-830, 2005 (Decca 476 3095)
Johann Sebastian Bach, Die Kunst Der Fuge - The Art Of Fuge BWV 1080, 2006 (Decca 476 5857)
Johann Sebastian Bach, Concerto Italiano BWV 971, 823, 989, 992, 802-805, 2008 (Decca 028947664895)
Johann Sebastian Bach, The Sonatas BWV 963-968, 2009 (Decca 4763357)
Johann Sebastian Bach, The French Suites, BWV 812-817, 2010 (Decca 476 3833)
Johann Sebastian Bach, Piano Concertos BWV 1052-1056, 2011 (Decca)

http://www.raminbahrami.com/


19/01/2012