sociale

8 articoli

Attualità /

In Toscana il primo progetto pilota per le persone con stomia

La Regione Toscana e l’Associazione stomizzati toscani (A.S.TOS) hanno firmato un accordo per facilitare gli spostamenti alle persone che si sono sottoposte all’intervento

Storie /

“Mamma Che Info”, la casa dei diritti delle donne

Intervista a Chiara Masi ideatrice, anima, cuore e braccia  di “Mamma Che Info” un CAF nato sui social e punto di riferimento per i diritti delle mamme da Prato a Firenze

Attualità /

Disabilità grave, dalla Toscana quasi 19 milioni per sostenere l’assistenza

Sono 18,7 i milioni che la Regione ha stanziato per l’assistenza di persone con gravi disabilità. Le risorse andranno alle Società della salute e alle Zone distretto. Ecco l’elenco dei contributi assegnati ai territori

Attualità /

Un “premio” alle imprese che assumono persone con disagio psichico: nasce il marchio regionale contro i pregiudizi

Si chiama “Un’Altra impresa. Il valore delle differenze”. L’obiettivo del progetto è limitare le difficoltà  di ingresso nel mercato del lavoro

 

Attualità /

Disabilità, ecco la app che permette ai sordi di dialogare al telefono

Una app per i non udenti, porti turistici accessibili, autonomia domestica. La Toscana è tra le prime regioni in Italia per progettualità e inclusione. Approvati gli impegni per il 2021

Salute /

In Toscana ci sono 191 mila disabili e 16 mila sono studenti. Tutti i numeri

La pandemia ha messo a dura prova i soggetti più vulnerabili. Spinelli: “Rimettere al centro la persona e i suoi diritti”. Presentato il quinto rapporto sulla disabilità in Toscana

Attualità /

In Toscana ci sono 121 mila poveri. Il Covid ha influito (ma non troppo): più 0,2%

Il sistema sociale della Toscana ha retto nonostante la pandemia, che rispetto all’anno precedente ha causato un prevedibile ma contenuto aumento della povertà (16 mila persone in più). Presentato il rapporto 2020

Attualità /

Covid, in Toscana a rischio chiusura la metà dei circoli Arci e Acli

Da marzo attività sospese, molte realtà associative non riescono a sopravvivere. I presidenti regionali: “Bar aperti e circoli chiusi, il Governo elimini questa discriminazione. Ora siamo in zona gialla, permettete l’apertura”