Enogastronomia/

Benvenuto Brunello, edizione cosmopolita per l’anteprima autunnale

L’appuntamento per le nuove annate confermato per l’11 novembre nel borgo toscano, pochi giorni dopo la versione internazionale a Londra, New York, Toronto e Los Angeles

Benvenuto Brunello 2021

Benvenuto Brunello sempre più formato esportazione. La 31esima edizione dedicata all’anteprima di presentazione delle nuove annate si svolge a partire dall’11 novembre. La novità è che giovedì 17 novembre la manifestazione raddoppia. “Welcome Brunello”, verrebbe da dire, si svolgerà anche a Londra, New York, Toronto e Los Angeles.

Insomma il consorzio del vino Brunello di Montalcino punta con sempre maggiore attenzione ai mercati esteri e la scelta di un format autunnale più esteso per presentare il Brunello 2018 e la Riserva 2017 lo sta a dimostrare. Dopo i lusinghieri risultati del 2021, il consorzio pensa sempre più in grande. Il 2022 si conferma quindi un anno di grandi novità visto che a giugno ha debuttato la kermesse Red Montalcino per valorizzare al meglio il Rosso.

Una precisa strategia di mercato

Per Fabrizio Bindocci, presidente del Consorzio del vino Brunello di Montalcino la scelta segue una logica ben precisa. “Abbiamo deciso di rendere ancora più cosmopolita la nostra manifestazione di riferimento partendo dai principali mercati strategici per la nostra denominazione” ha assicurato.

Stati Uniti, Canada e Regno Unito rappresentano circa la metà dell’export a valore della produzione di Brunello. “L’obiettivo – ha proseguito Bindocci – è di rafforzare ulteriormente il posizionamento del nostro fine wine all’estero attraverso degli eventi che mantengono saldo il legame con Montalcino”.

Benvenuto Brunello torna a novembre

Ad aprire la manifestazione del Benvenuto Brunello italiano sarà come di consueto la stampa nazionale e internazionale (11 novembre). Nelle giornate successive spazio a influencer, blogger, sommelier, operatori del settore e winelover.

I più popolari su intoscana