Storie/

Il deposito di Villa Costanza: casa e cuore della Tramvia di Firenze

Accompagnato dall'amministratore delegato di Gest, Jean-luc Laugaa, l'assessore ai trasporti, Stefano Baccelli ha visitato il deposito della Tramvia di Villa Costanza dove viene controllata la circolazione dei tram su tutte le linee e portata avanti la manutenzione dei mezzi

Mer 17 Marzo, 2021

Nel deposito di Villa Costanza a Scandicci si trova il cuore e l’occhio tecnologico della Tramvia. In un’area di circa 50mila metri quadrati il personale di Gest si prende cura dei tram, verifica periodicamente il loro funzionamento, porta avanti le attività di manutenzione dei sistemi tecnologici e si dedica alla sicurezza dei mezzi che ogni giorno trasportano migliaia di passeggeri tra Scandicci, Santa Maria Novella, Careggi e Peretola.

Oltre alle officine, a Villa Costanza è attiva la sala di controllo, l’occhio umano e tecnologico che ha il compito di monitorare la regolarità del servizio tramviario, pronto ad intervenire a supporto degli autisti in caso di guasti o incidenti sulla linea.

L’attenzione al dettaglio non si conclude con la cura del servizio, Gest si impegna quotidianamente nella ricerca e nello studio di innovazioni tecnologiche per migliorare ulteriormente le prestazioni generali della rete tramviaria fiorentina anche in termini di sicurezza e affidabilità.

Dietro ad un tram puntuale c’è il lavoro di tantissime persone, autisti, personale amministrativo e persone dedicate alla manutenzione, che hanno le proprie radici nel tessuto fiorentino, conoscono e amano questa città. Gest sta poi cercando di invertire la tendenza che vede nel settore dei trasporti impiegati soprattutto uomini con un progetto dedicato alla parità di genere per l’assunzione e la formazione di sempre più donne.